22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 16:09:36

Cronaca

Amianto, proteste davanti alla sede dell’Inps

I sindacati di categoria accusano l’ente previdenziale di ritardi nel riconoscimento delle pensioni ai lavoratori rimasti esposti


Le organizzazioni sindacali di Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil hanno organizzato per martedì 16 dicembre 2014, un presidio presso la sede provinciale dell’INPS di Taranto di Via Golfo di Taranto.

L’appuntamento, fissato per le ore 8,00 (verosimilmente si concluderà per le ore 17,00), giunge in seguito ad una richiesta rimasta inevasa ed effettuata dai sindacati circa il riconoscimento dei contributi pensionistici per esposizione all’Amianto.

All’iniziativa, oltre ai sindacati prenderanno parte i lavoratori esposti all’Amianto che ad oggi non vedono affermare i propri diritti. L’INPS, contrariamente a quanto riconosciuto dall’INAIL e in sede giudiziaria su sentenza – in modo unilaterale – non tenendo conto delle norme e leggi in vigore, nega il sacrosanto diritto alla pensione. Questo atteggiamento anomalo comporta forti ritardi (ingiustificati) per l’accesso al pensionamento di centinaia di lavoratori. Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil, pertanto, invitano tutti i lavoratori che si trovano in dette condizioni, a partecipare al presidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche