21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Settembre 2021 alle 21:58:00

Cronaca

Paolo VI marcia per la legalità


TARANTO – Saranno più di cento. Partiranno dal piazzale della chiesa Corpus Domini per portare per le vie del quartiere Paolo VI un messaggio di legalità. La periferia è protagonista di una tre giorni dedicata al tema. “Regista” della quarta edizione dell’iniziativa è la comunità parrocchiale del Corpus Domini. A fare da filo conduttore il titolo dato alla manifestazione , “L’amore non si ferma”. Le iniziative sono partite ieri pomeriggio presso la parrocchia per concludersi, appunto, domani con la marcia.

“Dopo la positiva esperienza degli anni passati, quest’anno la Comunità parrocchiale ha voluto più che presentare un testimone di legalità, esortare le famiglie ad essere testimoni e scuole di Legalità” ha spiegato il parroco Francesco Mitidieri. “La stessa Comunità parrocchiale ed in particolare l’oratorio si concepiscono come Famiglia di famiglie e sempre più ci si rende conto di come le comunità domestiche siano fondamento del vivere sociale, realtà imprescindibili nei percorsi di formazione delle nuove generazioni. È per questo che obiettivo specifico della tre giorni di quest’anno sarà il rinforzo dei vincoli famigliari come unica ed imprescindibile via di Educazione alla Legalità. Il rispetto delle leggi lungi da ogni sterile legalismo, da ogni egoista chiusura in formalismi, da ogni burocratica ed esasperata difesa di se stessi è per noi cristiani il primo passo dell’amore, quell’amore che Gesù, il Cristo, è venuto a portare nelle nostre vite. La Comunità parrocchiale, in particolare con questa tre giorni, desidera invitare ciascuno a sperimentare l’abbraccio e l’incontro con Gesù che – come spesso ci ricorda il nostro Arcivescovo- facendosi prossimo a ciascuno di noi ci coinvolge nella dinamica di comunione e Carità, fino a “farci consumare le suole delle scarpe”. Di qui il titolo “L’amore non si ferma” che ci invita a partecipare a questa “maratona” attraverso l’impegno sociale e caritativo che si inizia a sperimentare nella propria casa, in famiglia, per poi essere testimoniato per le strade del mondo”. Più di cento le adesioni alla tre giorni aperta ieri pomeriggio dall’incontro con i bambini presso il piazzale della parrocchia che, per l’occasione, ha ospitato mezzi e uomini delle forze dell’ordine. Giochi a tema insieme agli operatori dell’oratorio e della ludoteca dell’Arciragazzi hanno animato la serata conclusa, presso il centro sociale, dalla conferenza su “Famiglia, scuola di legalità” tenuta dall’avvocato Annalisa Adamo e dalla famiglia Zinno. Le iniziativa continuano oggi: dalle 16,30 alle 19,30 la festa della Famiglia all’Oratorio. In serata, dalle 20 alle 21,30 la Veglia di preghiera in chiesa dove arriverà una statua della Madonna proveniente dalla casa circondariale di Taranto. La veglia sarà animata dal gruppo musicale Akusimba e dalla Gioventù francescana della parrocchia San Lorenzo di Taranto. Domenica alle 10,30 la celebrazione della Santa Messa. Subito dopo la Messa, intorno alle 11,30, partirà dal piazzale della chiesa la marcia della legalità che attraverserà le vie del quartiere per arrivare al parco del Mirto. Il percorso sarà animato dal ludobus dell’arciragazzi e dagli operatori dell’oratorio parrocchiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche