12 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 06:57:48

Cronaca

Maxi sequestro di ostriche senza certificazione sanitaria

In località Pizzone intercettato dai militari della Guardia Costiera un furgone che trasportava una tonnellata di prodotti ittici


Maxi sequestro di ostriche abusive.

Nel corso dei controlli sull’intera filiera della pesca, che sono stati intensificati soprattutto in questo periodo prenatalizio, operazione condotta dai militari della Capitaneria di Porto. Durante i controllo condotta a veicoli che sono  adibiti al trasporto dei prodotti ittici, la Guardia costiera ha intercettato e fermato un furgone in località Pizzone.

Trasportava quasi una tonnellate di ostriche prive della  documentazione che indica l’origine e l’idoneità del prodotto al consumo umano, come previsto dalla normativa comunitaria, risultando, quindi, senza relativa certificazione sanitaria. I militari della Capitaneria di Porto hanno subito chiesto l’intervento degli ispettori della Asl.

Una volta giunto sul posto, gli specialisti dell’azienda sanitaria locale hanno accertato che il prodotto non poteva essere destinato al consumo umano in quanto privo di alcuna certificazione sanitaria.

Le ostriche, che con molta probabilità erano destinate a finire sulle tavole dei consumatori in occasione delle prossime festività, sono state sequestrate e  distrutte sul posto  con un  autocompattatore. Al conducente del furgone  è stata elevata una multa di 1.500 euro.

Il valore commerciale del prodotto ittico sequestrato è di cinquemila euro. L’operazione di ieri  rientra nella attività condotta dai militari  della Guardia Costiera a tutela del consumatore, da un punto di vista di salvaguardia della salute umana e della fiducia che lo stesso ripone all’atto dell’acquisto dei prodotti ittici, presso i centri commerciali. I controlli  sull’intera filiera della pesca  proseguiranno a tamburo battente durante le festività natalizie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche