Cronaca

L’artigianato resiste alla crisi. L’export alimentare “made in Taranto” vale 36 milioni di euro

In Puglia 6.530 aziende tra pasticcerie, panifici, pastifici, distillerie e laboratori


L’artigianato alimentare resiste alla crisi. Anzi, cresce in controtendenza rispetto agli altri settori.

In Puglia, si contano 6.530 aziende tra pasticcerie, panifici, pastifici, distillerie, laboratori per la lavorazione di prodotti lattiero-caseari, carni, frutta, ortaggi, pesce, oli, grassi vegetali ed animali. Un anno fa erano 6.517.

E’ quanto emerge da un’indagine del Centro Studi di Confartigianato Imprese Puglia su dati Unioncamere – Infocamere. In particolare, ci sono 3.216 aziende tra pasticcerie, panifici e gelaterie. Pari al 49,2 per cento del totale. Seguono i locali che vendono cibi da asporto. Ce ne sono 2.233. Rappresentano il 34,2 per cento del dato complessivo. Le ditte che lavorano prodotti lattiero – caseari sono 357, cioè il 5,5 per cento del totale. I pastifici sono 326 e rappresentano il 5 per cento. Le aziende che producono oli, grassi vegetali e animali sono 92, mentre quelle che fanno tè, caffè, cacao, condimenti e spezie 61.

Sono 70 le distillerie e le birrerie, 48 le imprese che trasformano le granaglie, 42 quelle che lavorano frutta, ortaggi e pesce. Appena 24 quelle che macellano carni. Ci sono, poi, altri 61 produttori alimentari. Cene e pranzi natalizi, dunque, saranno ancora all’insegna dei prodotti made in Puglia. La Puglia conta 233 prodotti agroalimentari tradizionali, pari al 4,8 del totale nazionale (4.813). L’export del settore alimentare made in Puglia ”vale” 729 milioni. Più in dettaglio Bari 346 milioni, Foggia 217, Brindisi 55, Lecce 38, Barletta-Andria- Trani 37, Taranto 36. L’export del made in Italy è sostenuto, principalmente, da quattro categorie: Vini con il 23,5 per cento (3.187 milioni), Paste alimentari, anche farcite con il 10,8 per cento (1.469), Formaggi e latticini con il 10,5 per cento (1.429) e Pomodori conservati con il 7 per cento (951).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche