Cronaca

Natale in carcere: la Messa del Vescovo

Tradizionale appuntamento per mons. Filippo Santoro


Anche questo Natale si rinnova il rito della celebrazione della Santa Messa all’interno della casa circondariale di Taranto. Il 25 dicembre, alle 9,30, monsignor Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto, celebrerà, presso la cappella del padiglione maschile la Santa Messa di Natale in favore della popolazione detenuta. Alla celebrazione parteciperanno il magistrato di sorveglianza, personalità della Provincia e di altri enti locali, oltre ai presbiteri assistenti dell’arcivescovo e ai volontari che operano nell’istituto penitenziario.

Proprio l’arcivescovo Santoro, nei giorni scorsi, ha annunciato la decisione di celebrare la Messa della notte di Natale in città vecchia. L’attenzione riservata anche per le iniziative natalizie all’isola viene letta da monsignor Santoro come “un buon auspicio perché la programmazione di attività commerciali, stabili, creative, coraggiose, sia attuata presto perché si renda un volto nuovo all’Isola, il volto che si merita per le sue caratteristiche uniche al mondo”. Quindi, a differenza degli altri anni, “proprio perché ho a cuore il cuore stesso di Taranto” l’arcivescovo ha annunciato che celebrerà la Santa Messa della Notte di Natale in San Cataldo, anziché nella Concattedrale: “pur essendo quest’ultima più facilmente raggiungibile, il Duomo rimane al centro di un tessuto cittadino che spero presto risorga”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche