16 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Giugno 2021 alle 18:41:07

Cronaca

Il “botto di Capodanno” lo ha fatto la polizia: sequestrati 180 chili di fuochi pirici

Gli agenti avevano notato uno strano via vai di gente in una villetta


Gli Agenti della Polizia di Stato nella tarda serata di martedì hanno denunciato in stato di libertà un uomo di 69 anni e sequestrato circa 180 kg. di artifizi pirici.

I poliziotti della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale, nell’ambito di mirati e specifici servizi volti alla repressione della vendita illegale di materiale pirico, da alcuni giorni avevano posto sotto attenzione una villetta nel comune di Leporano, dalla quale era stato notato un continuo andirivieni di giovani che ne uscivano frettolosamente  con delle grosse buste di plastica ben nascoste.

Dopo alcuni giorni di appostamento, nel corso dei quali si notava sempre lo stesso traffico di persone, gli agenti avendo la convinzione che all’interno dell’abitazione fosse custodito materiale pirico hanno deciso di approfondire la questione, effettuando una accurata perquisizione.

Nel corso dell’ispezione, i poliziotti hanno ritrovato custoditi in uno stanzino situato nel giardino della villetta, materiale pirico di V categoria per un peso complessivo di 180 chilogrammi, ben superiore ai limiti imposti dalla vigente normativa che prevede la possibilità di detenere simili artifici pirotecnici per un massimo di 25 kg.

Pertanto il proprietario della villetta che non era neanche in grado di produrre idonea documentazione circa l’acquisto del materiale pirico è stato denunciato in stato di libertà.

I 180 kilogrammi di “botti” venivano sequestrati e affidati all’artificiere della Polizia di Stato per l’immediata distruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche