24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Giugno 2021 alle 14:31:49

Cronaca

I tre anni di monsignor Santoro celebrati nel segno della carità

Messa e pranzo con i poveri della città


Ricorreva ieri – lunedì 5 gennaio – il terzo anniversario dell’inizio del ministero episcopale di monsignor Filippo Santoro quale arcivescovo di Taranto. Per questa ricorrenza il vicario generale, monsignor Alessandro Greco, ha invitato tutti i sacerdoti, i diaconi e i fedeli della chiesa tarantina alla concelebrazione eucaristica di ringraziamento, presieduta da “don Filippo” nel seminario di Poggio Galeso, al quartiere Paolo VI

“È il modo più giusto – ha affermato don Greco – di ringraziare il Signore per il dono di questo pastore infaticabile e generoso, annunciatore di speranza e segno tangibile della prossimità della Chiesa in tutte le vicende degli uomini”.

E come da buona tradizione, anche quest’anno la Caritas Diocesana di Taranto offrirà oggi – martedì 6 gennaio – alle 13, il pranzo della Befana ai bisognosi  ed ai poveri della comunità jonica.

L’evento coincide anche con il terzo anniversario dell’ingresso di  mons. Filippo Santoro nell’Arcidiocesi di Taranto.  Come si ricorderà, una delle sue prime presenze pubbliche fu proprio in occasione del pranzo per i poveri della Befana. “L’attuale condizione del nostro tessuto sociale la conosciamo tutti ed anche, per questo motivo, si prevede un notevole afflusso dei più bisognosi nell’accogliente struttura del Centro Polivalente Giovanni Paolo II, nel rione Tamburi” fanno sapere dalla Caritas. “Tutti saranno accolti con gioia e partecipazione da mons. Filippo Santoro, dal  direttore della Caritas, don Nino Borsci e dai suoi volontari ed operatori”. Quest’anno la confezione e la somministrazione dei pasti saranno fatti a cura degli stessi volontari della Caritas Diocesana e dagli operatori della Comunità Airone. Per agevolare l’afflusso alla struttura della Caritas, sarà disponibile un pullman che partirà alle ore 12 da piazza Garibaldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche