12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 16:52:04

Cronaca

Rubano l’oro ai genitori dell’amico: arrestati


TARANTO – Sono stati “pizzicati” dalla polizia dopo aver saccheggiato la villetta dei genitori di un loro amico. Beccati dopo aver messo le mani su monili in oro che erano custoditi in una abitazione di via Como, tra Lama e Tramontone. Due giovanissimi tarantini, Marco Napolitano di vent’anni e Mattia Emiro, di diciannove, sono stati arrestati nella serata di ieri dai poliziotti della Squadra Volante. Dopo aver preso di mira la villetta i due ragazzi pensavano di farla franca ma all’esterno hanno trovato ad attenderli gli agenti della questura che erano impegnati in mirati controlli nel rione.

Intorno alle 19 nel corso dei consueti servizi di controllo del territorio, una pattuglia della polizia transitando in via Como ha notato i due giovani uscire da una porta posteriore di una villetta e dirigersi di corsa verso una Nissan Micra di colore bianco, parcheggiata nelle immediate vicinanze. Sospettando che avessero appena compiuto un furto i poliziotti li hanno subito bloccati. Infatti gli agenti, a conferma di quanto sospettato, li hanno trovati in possesso di monili in oro e di un computer portatile. Approfittando della momentanea assenza dei proprietari della villetta, avevano infranto il vetro di una porta finestra posta sul retro dell’abitazione e dopo essersi introdotti al suo interno avevano portato via la refurtiva. I due giovani sono stati così condotti negli uffici di via Palatucci e su disposizione dell’autorità giudiziaria sottoposti agli arresti domiciliari. Gli investigatori hanno poi accertato che i due si erano assicurati che la casa fosse in quel momento disabitata, dopo aver parlato telefonicamente con il figlio dei proprietari della villa, con il quale avevano un rapporto d’amicizia. La refurtiva è stata restituita ai proprietari. In queste ultime settimane le forze dell’ordine hanno intensificato i controlli in città dopo le segnalazioni di numerosi furti. Proprio nel fine settimana il colpo non era riuscito in una scuola cittadina grazie all’intervento prima delle guardie giurate e poi dei poliziotti della Squadra Volante. Intorno alle tre di notte i ladri erano fuggiti dopo l’intervento dei vigilanti. Nel mirino non solo case e istituti scolastici ma anche esercizi commerciali. Infatti durante una riunione del comitato per l’ordine pubblico, l’Ascom aveva manifestato tutte le preoccupazioni della categoria che si sente in prima linea sul fronte della sicurezza. Intanto la polizia sta eseguendo indagini per accertare se i due ventenni, possano aver messo a segno un altro colpo. Infatti una incursione è stata compiuta, con le stesse modalità, il 27 aprile scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche