27 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2020 alle 16:46:59

Cronaca

Stefàno: Pronto a fare accordi


TARANTO – “Contatterò tutti gli altri candidati per giungere a dei punti d’unione”. E’ raggiante il sindaco Ippazio Stefàno. Erano le sette quando stamattina, dalla prefettura, è giunto il dato ufficiale dello scrutinio. 49,52%. Più di 51mila voti per il primo cittadino uscente, che per un pugno di voti non è riuscito nell’impresa di vincere al primo turno. Ad ogni modo, Stefàno si dice soddisfatto per il risultato ottenuto. “C’erano alcuni sondaggi che mi davano al 20%. Speravo di arrivare almeno al 40%.

Ragion per cui – continua il sindaco – non posso che essere grato ai tarantini che mi hanno dato la chance di giocarmi la vittoria al ballottaggio”. Al secondo turno se la vedrà con Mario Cito. Ma oggi, in città, l’attenzione è rivolta soprattutto agli apparentamenti che le due coalizioni andranno a chiudere a stretto giro di posta. “Sinceramente ci sto pensando anche se siamo già una grande famiglia. Parlare di apparentamenti mi sembra superfluo. In ogni caso – rivela Stefàno – contatterò tutti gli altri candidati”. Il leader della coalizione di centrosinistra, dunque, è pronto a fare accordi con gli altri candidati alla carica di sindaco. “Chiederò loro di parlare dei nostri programmi e di rivedere i nostri rapporti per cercare di giungere a dei punti di unione”. Apparentamenti ed accordi a parte, Ippazio Stefàno sembra essere, allo stato attuale, il favorito nella sfida che si disputerà il 20 e 21 maggio. “Anche un’altra volta ero dato per favorito ed alla fine ho perso. In quel caso fui sconfitto da De Cosmo per appena 1.500 voti”. Uno scarto esiguo che anche questa volta ha giocato un brutto scherzo a Stefàno. “Non abbiamo vinto al primo turno per appena 500 voti – rimarca – se dovesse andare male al ballottaggio mi dispiacerebbe soltanto aver perso 15 giorni di lavoro inutilmente”. Ieri lo spoglio è proceduto a rilento. L’impressione era di assistere ad una vittoria al primo turno di Stefàno che in diretta su alcune emittenti televisive sembrava già parlare da vincitore. Qualcuno esultava per percentuali bulgare. “Siamo al 72%” sussurravano dal comitato di Ippazio Stefàno. Alla fine però, i risultati in arrivo dalla prefettura, viaggiavano in netta controtendenza rispetto ai dati parziali dei comitati.

Fabio Mancini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche