Cronaca

Il contratto di rete per accorciare le distanze

Uno strumento che coinvolge quasi 10mila imprese di tutti i settori


TARANTO – Il primo contratto di rete fu stipulato quasi cinque anni fa. Oggi questo strumento coinvolge in Italia quasi 10mila imprese di tutti i settori (edilizia, sanità, tessile, nuove tecnologie), ed i contratti stipulati sono circa duemila, di cui 514 in Puglia.
Presentare un contratto di rete diventa, adesso, ancora più semplice grazie ad un nuovo servizio di InfoCamere già on line su contrat tidirete.registroimprese.it e sul sito della Camera di commercio di Taranto, www.camcomtaran to.gov.it, mediante un apposito banner collocato sulla colonna destra della home page.
Il software, in modo semplice e guidato, consente di predisporre per via telematica un contratto di rete secondo i dettami della normativa vigente. Lo scorso 8 gennaio, infatti, sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico sono state pubblicate le specifiche tecniche per la compilazione del modello standard direttamente tramite firma digitale dei rappresentanti delle imprese partecipanti (dando così attuazione a quanto previsto dall’art. 3 comma 4-quater della legge 134/2012 sulla trasmissione dei contratti di rete al registro delle imprese).
Per utilizzarlo basta registrarsi gratuitamente sul portale http://www.registroimprese.it e disporre, per ogni rappresentante di impresa, di un dispositivo di firma digitale. Accedendo dal sito contrattidi rete.registroimprese.it l’utente viene guidato a compilare e firmare digitalmente il contratto che, al termine della procedura, sarà disponibile in formato elaborabile (XML) in modo da facilitare l’integrazione delle informazioni nel Registro delle imprese. Prima dell’invio al Registro delle Imprese, l’atto dovrà essere registrato fiscalmente presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate che provvederanno a restituire il numero di registrazione, necessario per la trasmissione telematica al Registro delle Imprese. Il software per la compilazione telematica del contratto di rete attraverso il modello “standard” si aggiunge alle funzionalità già presenti sul portale contrattidirete. registroimprese.it, realizzato da InfoCamere per sostenere la nascita e lo sviluppo delle reti d’impresa. Oltre ad offrire a imprese, associazioni, professionisti e istituzioni i riferimenti normativi, la descrizione degli strumenti operativi e i passaggi necessari da seguire per fare rete, la piattaforma mette a disposizione un monitoraggio periodico mensile per analizzare dinamiche e consistenze del fenomeno nel corso del tempo.   “Si tratta – sottolinea il presidente della Camera di commercio di Taranto Luigi Sportelli – di un aiuto concreto a tutti gli operatori che vogliono rafforzare la propria posizione sui mercati nazionali e internazionali attraverso lo strumento, ormai consolidato, del contratto di rete. Nello stesso tempo, il sistema camerale compie un concreto passo in avanti per accorciare le distanze tra pubblica amministrazione e imprese e in direzione della semplificazione delle procedure”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche