x

19 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 19 Maggio 2022 alle 12:56:00

Cronaca News

Raffica di controlli contro la vendita abusiva di prodotti ittici

foto di Il Commissariato Borgo
Il Commissariato Borgo

Giro di vite contro la vendita abusiva di prodotti ittici ma anche contro i furti di energia elettrica: la Polizia di Stato denuncia a piede libero tre persone. Continua l’attività di controllo condotta dagli agenti del Commissariato Borgo, con la collaborazione del personale del Dipartimento di Prevenzione Asl e dei tecnici di Enel Distribuzione. Per tutelare la salute dei consumatori i poliziotti del Commissariato Borgo, di concerto con gli operatori della Asl, hanno controllato nella prima settimana del mese di maggio diverse pescherie e riscontrato all’interno di una di esse gravi irregolarità che hanno portato al sequestro di sette vaschette di cozze a solo frutto, diciassette vaschette di cozze a mezzo guscio, otto chilogrammi di ostriche, tre chilogrammi di cozze pelose, tre chilogrammi di noci di mare, due chilogrammi di fasolari e cinque chilogrammi di cozze nere a mezzo guscio in quanto privi della documentazione sulla tracciabilità del prodotto.

Gli alimenti sequestrati sono stati distrutti e il titolare dell’esercizio commerciale è stato sanzionato per le violazioni accertate. In una pescheria di Palagiano la Polizia ha constatato che all’interno della stessa lavorava un giovane, che, pur senza regolare assunzione, svolgeva mansioni di vendita in piena autonomia e senza la presenza del titolare che è stato sanzionato in base alla normativa del nuovo Decreto Legge 146/2021 in materia di sicurezza del lavoro e di contrasto del lavoro irregolare. Sempre i poliziotti del Commissariato Borgo, insieme ai tecnici specializzati di Enel Distribuzione hanno individuato all’interno di una pizzeria del centro un super magnete posizionato sulla calotta superiore del contatore che consentiva di registrare il 90% in meno del reale consumo di energia elettrica utilizzata dall’utente. Gli agenti del Commissariato hanno proceduto al sequestro del magnete e alla messa in sicurezza della rete elettrica denunciando il titolare della pizzeria per il reato di furto di energia elettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche