17 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 19:50:29

Cronaca

Colpo in gioielleria. Scattano 2 arresti

La rapina era stata messa a segno nel 2013. Il paziente lavoro degli inquirenti ha dato la svolta


SAN GIORGIO – Avevano rapinato una gioielleria di San Giorgio: presi dai carabinieri. Questa mattina, i militari della Compagnia Carabinieri di Martina Franca hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Gaetano Aggiano (21 anni) e Gianfranco Ugolini (28 anni), entrambi brindisini e con precedenti.

I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal Gip del Tribunale di Taranto, Pompeo Carriere, in accoglimento delle risultanze investigative emerse dalle indagini effettuate dalla Stazione Carabinieri di San Giorgio Jonico e dal Nor di Martina Franca, avviate nella serata del 29 novembre 2013 e coordinate dal sostituto procuratore, Daniela Putignano. Proprio in quella serata, i due giovani, armati di pistola e non travisati, consumavano una rapina ai danni di una gioielleria di quel centro. Dopo aver finto di voler acquistare un orologio, hanno aggredito i dipendenti, legando loro mani e piedi, immobilizzandoli in modo da poter operare indisturbati.

Il bottino del raid è stato ingente: i malfattori, infatti, sono riusciti ad asportare danaro, orologi e gioielli per un valore complessivo superiore ai 50mila euro.

Avviata subito l’attività investigativa dei militari della Stazione di San Giorgio Jonico che, coadiuvati da personale dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Martina Franca, hanno identificato dopo alcuni giorni Gaetano Aggiano.

L’identificazione del primo rapinatore è stata poi seguita da una ricerca informativa, della visione di numerosi filmati di videosorveglianza. Così, grazie anche all’interscambio informativo con la Squadra Mobile della Questura di Brindisi, che ha fornito elementi importanti per giungere all’identificazione del secondo dei rapinatori, si è giunti a Gianfranco Ugolini.

Raccolti gli elementi necessari ed acquisiti i gravi indizi di colpevolezza, la Stazione di San Giorgio Jonico ha inoltrato all’Autorità Giudiziaria una articolata informativa con contestuale richiesta di misura cautelare.

L’Autorità Giudiziaria ha condiviso l’impianto investigativo dell’Arma, ed il Gip ha emesso i provvedimenti di cattura, in considerazione dei gravi indizi di colpevolezza, della pericolosità sociale dei due. Stamattina, quindi, i militari di San Giorgio Jonico hanno notificato i provvedimenti ai due soggetti, presso la Casa Circondariale di Brindisi, dove entrambi sono già detenuti per altre rapine a loro contestate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche