Cronaca

Niente scontrino. Denunciati 50 ambulanti


TARANTO – La Finanza denuncia: niente scontrino sotto il sole. Metti una bella giornata, una passeggiata al mare, un gelato al bar ed un braccialetto acquistato da un venditore ambulante, che fa tanto estate. Ma lo scontrino? Sembra si dimentichi facilmente in questa settimana di anticipo di estate. La Guardia di Finanza ha infatti registrato ben cinquanta violazioni per omesso rilascio dello scontrino e della ricevuta fiscale, oltre ad attività di abusivismo commerciale da parte di venditori ambulanti. E’ questo il risultato dopo una serie di controlli economici e finanziari da parte delle Fiamme Gialle tarantine nell’ultima settimana.

Nel mirino dei militari i commercianti “furbetti” che non emettono scontrini e ricevute fiscali ed i commercianti abusivi. Un controllo massiccio che é stato svolto da pattuglie composte da oltre quaranta militari. Si tratta di cento controlli che sono stati eseguiti su altrettante attività commerciali. La zona su cui si sono concentrate le attività é stata la litoranea che va da Ginosa Marina a Lizzano e più in generale le località di maggior afflusso turistico. I commercianti di queste zone grazie alle buone giornate sono stati presi d’assalto dai bagnanti. I loro guadagni, già raddoppiati da un maggiore afflusso, erano maggiorati dall’evasione, in quanto esenti di Iva. Un giochetto terminato solo dopo l’arrivo delle Fiamme Gialle. Un’ottima operazione della Guardia di Finanza che proseguirà anche nei prossimi mesi per contrastare il crescente fenomeno dell’evasione e di ogni forma di abusivismo commerciale. Del resto, quello della lotta all’evasione fiscale, è ormai sentito dagli stessi commercianti, e da tutti i cittadini come un bisogno. Diversa è la questione di Equitalia, di cui riferiamo a parte.

A.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche