20 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Settembre 2021 alle 21:58:00

Cronaca

Così l’Isola si “auto” recupera

I comitati di quartiere all’opera per rivitalizzare un altro ‘pezzo’ dello stabile di via Garibaldi 210. “Diventerà uno spazio sociale”


In città vecchia inizia l’”auto”recupero. Protagonisti i componenti dei “Comitati di quartiere e della Casa occupata Via Garibaldi”.

Gli stessi componenti informano: “Sono iniziati i lavori di autorecupero di un ulteriore spazio dello stabile del civico 210. I lavori prevedono la messa in sicurezza, la realizzazione dell’impianto idraulico ed elettrico, il rifacimento delle murature, il piastrellamento dei pavimenti ed il ripristino dei servizi igienici dello stesso spazio. Il luogo sarà adibito a iniziative sociali, culturali e politiche e, in quest’ottica, costituirà un altro pezzo della Città Vecchia restituito alla cittadinanza. I lavori si svolgeranno senza il patrocinio di nessuna associazione, ente o forma istituzionale, né con fondi provenienti da bandi di alcun genere” tengono a precisare.

“Attraverso l’autorganizzazione e l’autofinanziamento, questo nuovo spazio andrà ad affiancare la Biblioteca Popolare e l’intero stabile (già recuperato) in un progetto di riappropriazione del patrimonio edilizio abbandonato dell’isola, tenendo in dovuto conto la voce e le reali esigenze degli abitanti”. In più si spiega: “La necessità di un programma che possa rendere nuovamente disponibile il nostro patrimonio materiale nasce dall’esigenza di contrastarne l’abbandono e l’indifferenza”. E, sul processo di rinascita della città vecchia: “deve passare necessariamente dalla partecipazione alle scelte dei suoi abitanti, coloro che ne rappresentano il vero tessuto sociale, che vivono nei vicoli e discutono insieme dei problemi e della quotidiana precarietà della vita senza aspettare di lasciarsi calare dall’alto l’ennesimo Piano Straordinario”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche