21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 10:52:00

Cronaca

Torna la neve: gelo e vento. Disagi alla circolazione

Rallentamenti per circa un’ora e mezza sulla Taranto-Martina Franca. Strade interdette ai camion


E’ tornata la neve nel capoluogo e nei centri della provincia jonica, accompagnata da una grande ondata di freddo e vento.

Il prefetto di Taranto Umberto Guidato ha disposto l’interdizione del traffico su tutte le strade extraurbane nei territori di Martina Franca, Mottola, Castellaneta, Laterza, Ginosa e Crispiano, nonché su tutte le strade extraurbane in direzione delle province di Bari e Brindisi, dei tir, ad eccezione dei mezzi utilizzati per interventi urgenti e di emergenza, per esigenze di soccorso, protezione civile, manutenzione stradale e nettezza urbana.

A Martina Franca dove in queste ore  nevica abbondatemente,  oggi le scuole sono chiuse su disposizione del sindaco, Franco Ancona, che ha istituito anche il centro operativo comunale per gestire eventuali emergenze.

La ditta Tradeco ha avviato lo spargimento del sale sulle strade urbane di maggiore scorrimento e a rischio gelate e la struttura comunale ha poi allertato le ditte esterne per l’utilizzo degli spargisale e degli spalaneve. Nel Coc resta operativa la sala radio con i volontari del Ser e una struttura di pronto intervento.

Stamattina disagi al circolazione per circa un’ora e mezza  lungo la statale 172 che da Taranto porta a Martina Franca.

Già da ieri, l’allerta in città era  massima. La protezione civile informava  che una perturbazione proveniente dall’Europa orientale avrebbe causato un rinforzo dei venti e un calo delle temperature sulle regioni centro-meridionali.

Dunque è stato emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede, in particolare per la Puglia, a partire dal pomeriggio/sera dell’8 febbraio e per le successive 24-36 ore, precipitazioni a carattere nevoso con quota neve in calo fino a 300-400 metri con apporti al suolo da deboli a moderati (5-20 cm).
Previsti inoltre venti tendenti a forti dai quadranti settentrionali con raffiche di burrasca in serata sui settori adriatici; molto mossi , tendenti ad agitati i mari Adriatico e Ionio.
Il servizio protezione civile sta seguendo  l’evolversi della situazione e invita  i cittadini alla massima prudenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche