22 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Settembre 2021 alle 10:52:00

Cronaca

Addolorata, tra “Riti” e carità

Domenica la prima riunione del 2015, prevista anche l’approvazione del bilancio. “Continuerà l’impegno per i più deboli ed i bisognosi”


Domenica, 15 febbraio, alle ore 18.30 i Confratelli e le Consorelle della Confraternita della Santissima Addolorata e San Domenico si ritroveranno nella chiesa di San Domenico Maggiore per la prima assemblea del 2015.

Importanti punti all’ordine del giorno divulgato come da Regolamento interno sia nella bacheca della Segreteria che in quella del Tempio di San Domenico oltreché già prevista nel programma annuale disponibile a tutti sin dall’inizio dell’anno sociale. Si porta in approvazione il bilancio consuntivo del 2014 ed attraverso la lettura dei libri contabili sarà possibile prendere atto di tutte le attività messe in essere dalla Confraternita sia in campo prettamente religioso ma anche in quello caritativo e culturale.

“E’ oramai visibile a tutti” si legge in una nota “l’impegno profuso, nell’anno appena trascorso, dai confratelli nelle opere di carità progettate ed attuate dall’attuale Amministrazione. Il sostegno alimentare del Casa (Centro Addolorata al Sostegno Alimentare), Il Bianco sul Nero come sostegno alla formazione dei ragazzini di Taranto vecchia, l’Opera Sant’Anna come aiuto verso chi non ha di che vestirsi, Il Pendio come giornale della Confraternita al servizio di tutto ciò che è veicolato sul territorio come cultura vissuta dalla confraternita, la Piccola Biblioteca, ultima nata, al servizio di tutti e con grandi potenzialità proprio culturali. E poi gli importanti sostegni alle attività della Diocesi, di manutenzione al patrimonio della Confraternita, di aiuto alla preservazione del Tempio di San Domenico, tutte azioni che ovviamente interessano aspetti economici che vanno sottolineati proprio in occasioni del genere.

Ma anche impegno verso l’incentivazione del culto devozionale della Mamma Addolorata e di San Domenico con l’inserimento nel calendario sociale di importanti appuntamenti come il “Septimo Dia”, la processione di San Domenico, le “Parole di Vita”, il “Corri per l’Addolorata” ed “Il Pendio in Festa”. Una anteprima del programma quaresimale che quest’anno sarà presentato in Assemblea è la processione penitenziale del 17 notte: subito dopo il carnevale, alla mezzanotte del martedì grasso, uscirà da San Domenico la Confraternita per percorrere penitenzialmente i vicoli della città vecchia. Il primo atto della Quaresima di quest’anno, la riedizione di una antica usanza pregna di significato quando dall’Arcivescovado usciva il Capitolo al suono delle campane del campanile normanno della Cattedrale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche