12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 07:19:17

Cronaca

“Più sicurezza per i lavoratori di Equitalia”


TARANTO – Dalle sigle sindacali Fabi, Fiba Cisl, Fisac Cgil, Uilca Uil, Uni Fin e Ugl Credito riceviamo e pubblichiamo: “Nella giornata di ieri, le scriventi OO.SS, hanno tenuto un assemblea con i lavoratori di Equitalia Sud sede di Taranto. All’ordine del giorno, come era plausibile fosse dato gli ultimi eventi, è stato il tema della sicurezza. Questa iniziativa unitaria svolta a Taranto, prima che in tutta Italia, era mirata ad avviare ed approfondire il confronto con i lavoratori finalizzato ad individuare e realizzare le migliori condizioni volte alla tutela dell’incolumità e della dignità degli stessi.

Dall’incontro con i lavoratori, dimostratisi sensibili a tale problematica, sono venute fuori talune considerazioni diversamente argomentate. In particolare si sono affrontati questi punti: – Strumentalizzazione da parte dei mass media. Troppo spesso i giornalisti hanno privilegiato la notizia eclatante rispetto alla volontà di realizzare approfondimenti che consentissero ai lettori di comprendere compiutamente il ruolo ed il valore sociale dell’attività di riscossione dei tributi. E’ stata constatata, con amarezza, la difficoltà di rappresentare sui media le ragioni dei lavoratori: i numerosi tentativi perpetrati dimostrano che tali nostre ragioni non riscuotono alcun interesse, mentre vengono privilegiate notizie eclatanti e la ricerca di facile consenso. -Reazione della società. Organizzazioni di varia natura (politica ed economica) e singole persone semplicemente alla ricerca di “una sponda” per la loro scelta individuale di non contribuire agli oneri fiscali che comporta la vita di una società organizzata hanno individuato Equitalia come obiettivo per contrastare l’azione dello Stato, anche strumentalizzando le reali e giustificate tensioni di persone esasperate dalle difficoltà imposte dalla crisi economica ed identificando la violenza come elemento di reazione e di facile ricerca di consenso popolare. – I lavoratori e la sicurezza. Si è condivisa con i lavoratori la necessità di provvedere all’installazione di diversi sistemi di sicurezza statici e dinamici all’ingresso degli uffici, prevedendo finanche la “sorveglianza armata”. La profonda sensibilità dei colleghi tutti è emersa anche dalla loro disponibilità ad una positiva gestione dei rapporti con la contribuenza, per favorire la stessa e dare così una immagine positiva dell’Azienda”.

* * * * * * *

In effetti ci chiedevamo quando, anche Equitalia, avrebbe detto che la colpa è dei giornalisti. Oggi è arrivata la risposta. Ma cari lavoratori, i giornali non ce l’hanno con voi, sono i cittadini che denunciano le angherie della vostra azienda. E dico della vostra azienda perchè la colpa non è certamente la vostra. Anche se…

(m.m.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche