Cronaca

“La bolletta è ingiusta”. E devasta il punto Enel

In via Cagliari un 42enne ha minacciato gli impiegati ribaltando scrivanie e lanciando in aria alcune sedie


Danneggia gli arredi e minaccia gli impiegati del Punto Enel di via Cagliari: I Carabinieri arrestano un 42enne tarantino. L'altro pomeriggio, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Taranto hanno arrestato in flagranza M.R. 42enne, tarantino, responsabile di danneggiamento aggravato.

L’uomo, intorno alle 16, è entrato negli uffici del Punto Enel di via Cagliari per richiedere alcune informazioni circa una bolletta da pagare, ricevuta giorni addietro e ritenuta ingiusta.

Il 42enne, non soddisfatto delle informazioni ricevute dagli impiegati, che naturalmente potevano dargli solo consigli legali indirizzandolo verso una risoluzione giudiziale, ha prima minacciato questi ultimi e successivamente, andando su tutte le furie, ha iniziato a ribaltare le scrivanie dell’ufficio, danneggiando computer e arredi. Non solo, a un certo punto, ha anche lanciato alcune sedie contro un impiegato che cercava invano di calmarlo e portarlo alla ragione.

Soltanto il pronto intervento di una pattuglia dell’aliquota radiomobile dei carabinieri di Taranto ha consentito di riportare la tranquillità. Il 42enne, infatti,  bloccato dai militari, è stato dichiarato in arresto in flagranza di danneggiamento aggravato dall’uso di violenza e minaccia e, dopo le formalità di rito, accompagnato presso il proprio domicilio dove, su disposizione del pm di turno Daniela Putignano, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche