Cronaca

Il “giallo” dei parcheggi per i taxi in piazza Ebalia

Ci sono i lavori e spariscono i posti riservati, trasformati in strisce blu. I tassisti: “Pagare nella nostra città è il colmo”


Nuovo look per piazza Ebalia. Il progetto di ristrutturazione del Comune è passato dal centro: nuova pavimentazione, scivoli a norma e nuovi parcheggi.

Peccato che nell’enfasi del restyling a farne le spese siano stati i posti riservati ai taxi. Letteralmente spariti, dipinti di blu e trasformati in parcheggi a pagamento. Quattro stalli dove fino a ieri i tassisti potevano lasciare i loro mezzi che, sommati ai cinque ricavati con i lavori, fanno nove parcheggi in più nella centrale piazza.

Oggi la scoperta da parte dei tassisti (che nessuno aveva avvisato). “Stamattina c’era l’incaricato del Comune che stava facendo la segnaletica – spiega Antonio Vanacore, responsabile della cooperativa Taxi Due Mari. Con mia grande sorpresa ho notato che stava dipingendo di blu i nostri posti – quelli di fronte alla Banca d’Italia, per intenderci. Gli ho fatto notare che quei quattro posti erano riservati ai taxi, quindi andavano verniciati di giallo. Ma è bastata una telefonata per avere la conferma: da oggi quei parcheggi saranno blu, a pagamento”. Quanto al cartello che segnalava i posti riservati ai taxi ha subìto una sorte bislacca: prima staccato e buttato per terra per poi essere ‘appoggiato’ nell’aiuola.

Ora i tassisti tarantini chiedono al Comune che quei parcheggi siano ripristinati o quantomeno che sia assicurato loro un altro posto in centro “giusto per poter lavorare”. Non solo all’interno degli aeroporti, ora – ironia della sorte –  anche nella propria città ai tassisti tarantini viene chiesto di pagare il parcheggio. “E’ il massimo – commenta Vanacore – dovremmo essere esenti in qualsiasi zona. La nostra è l’unica città d’Italia nella quale il taxi paga il parcheggio; per assurdo a Bari non lo paghiamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche