Cronaca

Altro che frutta! Sotto le cassette c’erano 25 chili di droga

Blitz nella Città Vecchia, in manette un giovane fruttivendolo


Nella tarda mattinata di oggi, i militari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Taranto, insieme alla Stazione Carabinieri di Taranto-Centro, con il supporto di un’unità cinofila del Nucleo Carabinieri di Modugno, hanno eseguito una operazione antidroga nella Città Vecchia.

Si è trattato di un vero e proprio blitz nelle vicinanze di piazza de Tullio, nei pressi di un negozio di frutta e verdura gestito da un incensurato.

I militari hanno deciso di richiedere il supporto di un’unità cinofila antidroga che è stata impiegata per perquisire i locali dell’esercizio commerciale. L’intuizione investigativa è stata premiata ed infatti, nascosta sotto le cassette della frutta ed il bancone, sono stati rinvenuti una serie di “panetti” di hashish.

Erano esattamente 250 i panetti di droga del peso complessivo di 25 chili; ogni panetto, del peso di 1 etto, era confezionato all’interno di nastro adesivo di colore marrone per imballaggi; alcune tavolette, inoltre, riportavano simboli di contrassegno verosimilmente indicanti la partita di provenienza, denominata “Vueling”.

Quale presumibile provento dell’attività illecita, inoltre, la perquisizione ha permesso di rinvenire la somma in contanti di 935 euro, anche questa sottoposta a sequestro.

Il fruttivendolo, L.T. classe ’86, che non ha fornito alcuna spiegazione sulla detenzione dello stupefacente, è stato quindi condotto presso gli Uffici di viale Virgilio per i dovuti accertamenti e successivamente dichiarato in stato di arresto per detenzione di ingente quantitativo di stupefacente. Per lui si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Taranto, come disposto dal Sostituto procuratore di turno, Marina Mannu.

La sostanza stupefacente verrà sottoposta ai successivi accertamenti tecnico scientifici da parte degli specialisti del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Reparto Operativo del Comando Provinciale dell’Arma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche