27 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2021 alle 17:56:00

Cronaca

Nuovo caso di meningite, e ora la Asl dica la verità

L'allarme dopo il nuovo caso di contagio


Il secondo episodio in dodici giorni non può essere solo una casualità. E trattandosi di meningite, ai Tamburi, occorrerebbe più trasparenza e più informazione. Perchè qui non si tratta di speculare su episodi di cronaca e di creare allarmismo, ma l’esatto opposto. In questi casi, infatti, è la disinforma-zione, o peggio, la mancanza di informazione che genera un clima di sfiducia e di preoccupazione.

E allora, è forse arrivato il momento che la Asl si faccia promotrice di una iniziativa pubblica, e ci dica la verità su quanto sta accadendo nella nostra città.

Chi è stato nominato ai vertici della sanità tarantina ha l’obbligo di assumersi le proprie responsabilità fino in fondo. E se non c’è nessun pericolo lo vorremmo sentire dalla voce del nuovo direttore generale, il dr. Stefano Rossi, piuttosto che dall’ennesimo comunicato stampa a posteriori, quando va bene, se non dalla comunicazione informale di qualche medico non si sa di cosa e non pubblicate il mio nome. Non vorremmo che, magari tra una settimana, tornassimo ad interrogarci sull’argomento, di fronte ad un nuovo episodio, ancora una volta scoperto per caso, cercando di capire se non ci sia un vero pericolo oppure se si tenti di ridimensionare i fatti nella convinzione che meno si sa meglio è.
Ma come vede, dr. Rossi, tanto prima o poi le cose si vengono a sapere lo stesso, e meno male.

Michele Mascellaro
Direttore Responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche