Botte a criminalista antiracket in viale Magna Grecia | Tarantobuonasera

09 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Dicembre 2021 alle 22:53:00

Cronaca

Botte a criminalista antiracket in viale Magna Grecia

Aggredito all’uscita di un istituto di credito Michele Cagnazzo ex collaboratore della Confesercenti. Indagano i carabinieri


Aggredito all’uscita di una banca di viale Magna Grecia.

Michele Cagnazzo, quarantottenne criminalista di origini baresi, ex responsabile dello sportello antiusura ed antiracket della Confesercenti ha denunciato ai carabinieri che, ieri, intorno alle 13, poco dopo che era uscito dalla filiale di un istituto di credito è finito nel mirino di tre sconosciuti.

La vittima per sottrarsi agli aggressori è caduta rovinosamente sul marciapiede riportando lesioni ad un omero. Il malcapitato è riuscito poi a rifugiarsi nella banca mentre il terzetto di malintenzionati si è allontanato ala svelta nelle vie adiacenti. Michele Cagnazzo ha dovuto far ricorso alle medici dell’ospedale i quali lo hanno giudicato guaribile in un mese.

Sull’inquietante episodio stanno indagando i carabinieri del Nucleo investigativo e della Compagnia di Taranto. I militari stanno accertando se ci siano collegamenti tra l’attività della vittima e l’aggressione. Quando era responsabile dello sportello antiusura e antiracket della Confesercenti Cagnazzo aveva annunciato la definizione di due proposte di legge regionale sull’istituzione di un’agenzia per i beni confiscati alla criminalità organizzata e, in materia di usura e racket, che comprende tutta una serie di azioni di prevenzione del fenomeno dell’usura ed estorsione, con soluzioni integrative e complementari rispetto a quanto già prevede la legge regionale n.7 del 3 aprile 2006.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche