TARANTO – Rapina benzinaio ma finisce nella rete della polizia. Francesco De Santis, ventitrè anni, sorvegliato speciale, è stato arrestato dagli agenti della Squadra Volante dopo un colpo nell’area di servizio della Q8 situata in viale Unità d’Italia. Prima dell’una della notte scorsa il giovane, che si era coperto il volto con un maglione, ha fatto irruzione nel gabbiotto dell’area di servizio e dopo aver minacciato il benzinaio con un coltello si è fatto consegnare l’incasso ammontante a 200 euro. Gli agenti della Volante, diretti dalla dottoressa Carla Durante, lo hanno preso nelle prime ore di stamattina.

Dopo la segnalazione al 113 di una rapina compiuta ai danni del distributore di carburanti in viale Unità d’Italia, sul posto sono piombati i poliziotti i quali hanno appreso dal malcapitato dipendente della stazione carburanti, che un giovane, giunto a piedi, sotto la minaccia di un coltello si era fatto consegnare l’incasso ed era fuggito. Dopo aver acquisito ogni elemento utile all’identificazione del rapinatore gli agenti hanno avviato un servizio di perlustrazione per rintracciare il malvivente. A distanza di qualche minuto, gli stessi agenti, si sono recati in Viale Jonio dove era stato segnalato un incidente stradale, nel corso del quale il conducente di una Fiat Punto, dopo aver causato la collisione si era dileguato a piedi senza soccorrere l’altro automobilista. Durante un controllo sulla Fiat Punto è stato rinvenuto un maglione nero simile a quello indossato dal rapinatore e delle fotocopie di documenti relativi alla sorveglianza speciale di Francesco De Santis. Avendo maturato il sospetto che il conducente della Fiat Punto e l’autore della rapina potessero essere la stessa persona, i poliziotti hanno avviato le ricerche del sospettato il quale è stato rintracciato dopo pochi minuti nei pressi della sua abitazione a bordo di un’altra autovettura, in compagnia di due giovani risultati poi essere estranei alla vicenda. Dopo averlo fermato, il sospettato e stato condotto negli uffici di via Palatucci, dove gli immediati riscontri hanno permesso di individuare nel De Santis come il responsabile della rapina. Dopo quanto accertato il giovane è stato arrestato e terminate le formalità di rito è stato condotto nella casa circondariale di Largo Magli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche