20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 08:05:06

Cronaca

Si schianta con la moto e finisce in rianimazione


TARANTO – Si schianta con la moto e finisce in rianimazione. Un venticinquenne tarantino, Nicola Tempesta, è rimasto gravemente ferito in un incidente avvenuto prima delle 3 della scorsa notte, in viale Unità d’Italia. Il giovane era alla guida di una moto che per cause ancora in via di accertamento è finita fuori strada. A causa del violento impatto il centauro è stato sbalzato dalla sella ed ha urtato la testa contro il terreno. Appena è stato lanciato l’allarme sulla strada che collega Taranto alla borgata di Talsano è intervenuta un’ambulanza del 118.

Dopo aver prestato i primi soccorsi al motociclista i sanitari lo hanno trasportato all’ospedale “SS. Annunziata”. Nel tremendo impatto ha riportato un trauma cranico commotivo. I medici hanno disposto il ricovero nel reparto di rianimazione. In queste ore gli agenti della questura stanno accertando le esatte cause dell’incidente nel quale è rimasto ferito il giovane motociclista ricoverato con riserva di prognosi. La polizia sta anche accertando se nel momento dello schianto, avvenuto nel cuore della notte, in viale Unità d’Italia c’erano dei testimoni. L’unica cosa certa è che il giovane ha perso il controllo della moto che è uscita fuori strada. Al momento non si sa se con il centauro c’erano degli amici, a bordo di un’altra moto o di una macchina. Purtroppo non sono pochi i motociclisti che vengono coinvolti in incidenti sulle strade del capoluogo ma anche su quelle della provincia. Nelle precedenti altri due incidenti, per fortuna con feriti non gravi, si erano verificati in città. Il primo in via Alto Adige dove una donna ed il suo nipotino erano stati investiti ad un incrocio da una Mercedes. La donna e il bimbo guariranno in un paio di settimane L’altro incidente qualche ora dopo in via Alberto Sordi. Scontro tra due auto con tre feriti trasportati all’ospedale “SS. Annunziata”. I rilievi sono stati eseguiti dagli agenti della Polizia municipale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche