18 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Settembre 2021 alle 21:26:00

Cronaca

Le proposte per la nuova Taranto

Dopo la conversione in legge del decreto, enti e associazioni hanno avviato l’analisi delle linee strategiche per lo sviluppo del territorio


Prima riunione operativa presso la Sala Consiglio della Camera di commercio di Taranto all’indomani della definitiva conversione del decreto-legge 1/2015. Il Presidente Luigi Sportelli ed i rappresentanti delle Associazioni di categoria provinciali, di Interfidi Taranto e della Fondazione “Taranto e la Magna Grecia – Agenzia di sviluppo Terra jonica” hanno avviato l’analisi delle linee strategiche dello sviluppo territoriale al fine di individuare un pacchetto di proposte e progetti da sottoporre all’attenzione del Tavolo istituzionale permanente per l’Area di Taranto, di imminente insediamento.

“Il decreto prevede, all’art.5, che l’attuazione degli interventi che riguardano l’area di Taranto sia disciplinata da un Contratto Istituzionale di Sviluppo che sarà sottoscritto dai componenti di un Tavolo istituzionale permanente – chiarisce il presidente Sportelli. Anche la Camera di commercio di Taranto siede fra i componenti del Tavolo, in virtù delle attribuzioni di legge e della mission di promozione dello sviluppo economico territoriale. Un risultato di assoluto rilievo per il territorio tarantino e per il sistema economico locale: l’Istituzione pubblica nei cui Organi sono rappresentate tutte le principali Associazioni di categorie è inserita a pieno titolo nel luogo in cui si coordineranno e concerteranno tutte le azioni in essere nonché la sede in cui saranno definite le strategie comuni utili allo sviluppo compatibile e sostenibile dell’area.”

Il Tavolo assorbe le funzioni di tutti i tavoli tecnici comunque denominati su Taranto, istituiti presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e di quelli costituiti presso le amministrazioni centrali, regionali e locali. Risulta, dunque, fondamentale che l’apporto progettuale dei componenti sia qualificato ed efficace. Di qui la necessità di un confronto immediato con le rappresentanze del mondo imprenditoriale, con il contributo della Agenzia di sviluppo che avrà il compito di implementare le proposte progettuali, individuarne le fonti di finanziamento, condividerle con le altre Istituzioni del territorio e  sottoporle alla Presidenza del Consiglio.

“Agenzia di sviluppo ha un ruolo fondamentale, quello di dare concretezza ai progetti del territorio – precisa Luigi Sportelli. Uno strumento pensato dall’Ente camerale, inserito nella sua programmazione e condiviso con il Comune, la Provincia e l’Università che con grande lungimiranza partecipano all’Agenzia. Esso ora risulta non solo opportuno, ma determinante per acquisire credibilità ed ottenere risultati concreti. Continueremo a consultare gli stakeholder, che oggi hanno espresso apprezzamento ed interesse per l’iniziativa camerale, e siamo subito disponibili al confronto con gli altri componenti del Tavolo istituzionale per un effettivo coordinamento delle iniziative a favore della Città e dell’Area di Taranto.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche