29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 22:09:00

Cronaca

Magistrati e studenti uniti nella legalità


TARANTO – “Il valore della memoria, a vent’anni dalla strage di Capaci”. A ricordare, magistrati e studenti. Appuntamento denso di significato quello di oggi, in tribunale, organizzato dalla Sottosezione di Taranto dell’Associazione Nazionale Magistrati presieduta dal dottor Pompeo Carriere, per commemorare il ventennale della strage di Capaci, in cui, il 23 maggio 1992, morirono i colleghi Giovanni Falcone e Francesca Morvillo, nonché i tre agenti della scorta, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo, Vito Schifani.

L’iniziativa si è svolta nell’aula ‘Emilio Alessandrini’, ed ha visto la partecipazione di alcune delegazioni di studenti e insegnanti delle scuole superiori della provincia di Taranto, “per testimoniare – è stato spiegato – la ferma volontà di prosecuzione di un bellissimo percorso di educazione alla legalità e di vicinanza alle istituzioni, che la Sottosezione di Taranto dell’Associazione nazionale magistrati già da qualche anno ha intrapreso con tutte le scuole della Provincia”. Le udienze sono state sospese. Nel corso dell’incontro, spazio l’intervento di Tilde Montinaro, sorella del caposcorta Antonio Montinaro e presidente dell’Associazione “Nomeni”. “I ragazzi della scorta di Giovanni Falcone hanno un nome” è quanto ha voluto sottolineare la donna in una recente manifestazione. “Se dopo venti anni ancora non abbiamo capito che hanno un nome, un volto, e che soprattutto hanno una storia dietro quel nome. Che ci sono famiglie che aspettano disperatamente di sentire pronunciato il loro nome. Mia mamma era una donna molto semplice e già venti anni fa aveva capito che questa non era una cosa giusta. Ecco, da lì dobbiamo cominciare a cambiare qualcosa”. Secondo la donna, “diremo che qualcosa veramente è cambiato quando avremo verità e giustizia su quelle stragi. E a distanza di vent’anni non mi sento di dire che abbiamo avuto verità e giustizia”. In piazza Ferrarese a Bari, due giorni fa, si è svolta anche una catena umana in ricordo delle vittime innocenti del 23 maggio 1992.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche