31 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 31 Luglio 2021 alle 22:04:00

Cronaca

Furti nelle abitazioni della litoranea: un arresto grazie ad un cittadino coraggioso

Un quarantanovenne è evaso dai “domiciliari” per svaligiare le case estive. Recuperata la refurtiva


Furti nelle abitazioni della litoranea: scatta un altro arresto.

In manette è finito il 49enne Gregorio Curto, originario di Avetrana ma residente a Francavilla Fontana, che è evaso dai “domiciliari” per andare a rubare. E’ stato preso nel tardo pomeriggio di ieri dai carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Manduria. L’uomo, che era ai domiciliari per reati contro il patrimonio, a bordo di una moto-ape aveva raggiunto la località San Pietro in Bevagna con l’intento di svaligiare le abitazioni estive.

In contrada Demani il 49enne dopo aver rotto il vetro della finestra del soggiorno di un’abitazione estiva, è entrato nella casa e ha rubato una lavatrice e una stufa a legna che ha caricato sul motocarro. Mentre si stava allontanando con la refurtiva è stato sorpreso da un residente della zona che ha tentato di fermarlo, senza però riuscirvi. Il cittadino infatti, per bloccarne la fuga, ha afferrato la maniglia della portiera del “tre ruote” del malfattore, ma, quest’ultimo dall’interno del mezzo, ha più volte aperto e chiuso la portiera cercando di colpire il malcapitato.

Il coraggioso cittadino non si è perso d’animo ha subito chiamato i carabinieri. Il militare della centrale operativa della Compagnia di Manduria, ha fornito precise indicazioni ai suoi colleghi i quali si sono messi sulle tracce del fuggitivo. Durante un’attenta perlustrazione nella zona in cui era avvenuto il furto, hanno rintracciato Gregorio Curto, alla guida della moto-ape.

L’uomo aveva già provveduto a nascondere la refurtiva in aperta campagna. La lavatrice e la stufa a legna sono state recuperate e restituite al proprietario, mentre il mezzo utilizzato da Curto è stato sequestrato e affidato in custodia ad una depositeria giudiziaria. Il quarantanovenne condotto in caserma, è stato dichiarato in arresto per evasione, furto aggravato in abitazione e rapina impropria e denunciato per guida senza patente. Dopo le formalità di rito, è stato trasferito nella casa Circondariale di Taranto, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche