Cronaca

Centro unico di prenotazione delle visite mediche, nuovo patto per la borgata

Incontro tra il Comitato Civico Insieme per Talsano e la Asl: sarà più semplice prenotare i servizi nella sede di Tramontone


“Un cittadino che si reca al Cup – Centro Unico di Prenotazione del Tramontone-Talsano può ritirare il numero d’ordine d’arrivo per l’accesso alla prenotazione a meno di dieci minuti dal fine orario (da lunedì a venerdì 10.50; il martedì e mercoledì 16.20; il giovedì 16.50) previsto nelle mattinate e nei giorni di pomeriggio.

Il caso raccontato al Comitato Civico Cittadino Insieme per Talsano non è isolato”. E’ quanto si legge in una nota dello stesso comitato. “E l’eco di tale modalità che reca disagi all’utenza ha raggiunto i vertici dell’Asl di via Ancona ed il patto per rimediare ad un deterioramento dei rapporti tra servizi di prenotazione e pubblico è giunto ad una svolta la scorsa settimana concordando una nuova operatività al fine di potenziare l’accesso tenendo conto dei principi fermi di utenza e lavoratori”.

In sintesi, diciamo subito che “per rendere operativo il patto sono stati impegnati tutte le componenti dell’intesa (comitato – Asl – operatori Cup) realizzando pienamente la continuità assistenziale anche nei dieci minuti in questione” – riporta il comunicato informativo di Insieme per Talsano. “L’occasione è servita per assicurare non solo una continuità di servizio pieno all’utenza ma per preservare il già, riconosciuto, ottimo rapporto esistente, relazionale ed umano tra operatori, che ne avevano ereditato tale procedura, e i cittadini. Operatori cui viene riconosciuto l’impegno profuso quotidianamente” tengono a puntualizzare quelli del comitato.

L’intesa raggiunta tra il comitato, il dott. Edmondo Motolese responsabile dell’ufficio relazioni del Distretto 4 ed i lavoratori del Cup introducono alcune novità nel servizio d’accesso alle prenotazioni e realizzano la sospirata continuità assistenziale per tutto l’orario di pubblico. Cosa accade dunque? “L’utenza accederà alla struttura per ritirare il numero progressivo per la registrazione delle prenotazioni nell’orario consueto e l’attività verrà ultimata oltre il vecchio margine ma comunque non oltre il fine orario. La nuova organizzazione” – ritiene il comitato – “recupera più di qualche unità di assistiti che prima rischiavano di ritornare il giorno dopo”.

La mediazione trovata tiene conto dell’esigenze dell’uno e dell’altro” – dichiara il dirigente Asl Motulese – “e la nuova modalità sarà garantita dalla presenza di un vigilante”. “L’accoglimento dell’ipotesi avanzata dal comitato” – viene da questi giudicato – “soddisfacente”. “Un risultato raggiunto unicamente grazie ad una fattiva e sinergica concertazione tra parte sociale ed istituzioni. Questo modo di concepire i servizi da garantire all’utenza può essere stimolante in altre occasioni per indirizzare la collettività e gli Enti a puntare verso il servizio da rendere direttamente alla persona guardando alle necessità in ambito territoriale, contribuendo all’accorcia-mento delle attese e la consequenziale riduzione della spesa sanitaria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche