29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 11:00:10

Cronaca

“Momento difficile. Reagire con fermezza ed unità”

TARANTO – Non un momento di ‘auto-celebrazione’, ma – come lo ha definito il questore, Enzo Mangini – “una testimonianza di presenza e di impegno, ed insieme una occasione per rinsaldare gli stretti rapporti tra la nostra Istituzione e la comunità a difesa della quale essa è chiamata ad operare”. E’ stata la ex caserma Rossarol, oggi sede della facoltà di Giurisprudenza, in città vecchia, ad ospitare la celebrazione della festa della Polizia, in occasione del 160esimo anniversario della fondazione della Polizia di Stato. Presenti le massime autorità cittadine.

Momento più importante, il discorso del questore: “L’odierna manifestazione cade in un periodo assai difficile per la vita del nostro Paese, in cui alle difficoltà presenti si associano timori per le prospettive future. Inoltre, il doloroso episodio dell’attentato verificatosi sabato scorso davanti ad una scuola di Brindisi, che è costato la vita di una giovane studentessa ed il ferimento di altre sue compagne, ci ha riportato alla mente altri tragici momenti della vita nazionale, incisi profondamente nella memoria. Sono necessarie compostezza, capacità di reazione ed unità di intenti tra tutte le componenti sane della società affinché, nella consapevolezza dei valori comuni, possa essere respinta ogni violenza e rinnovate speranza e fiducia nel futuro”. Tre le operazioni che hanno visto in prima linea la Questura, il dr Mangini ha sottolineato quelle che hanno sgominato il clan Scarci e l’emergenza umanitaria con i 12.000 extracomunitari transitati da Manduria.

G.D.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche