23 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Settembre 2021 alle 10:41:00

Cronaca

Posto di lavoro a rischio, sale sulla torre

Ieri mattina l’iniziativa dei Cobas davanti al deposito dell’Amat. “Il nuovo appalto prevede la riduzione del 50%”. Si alza la tensione


Una gara d’appalto che, a dire del sindacato,  preannuncia il taglio del 50% dei lavoratori o comunque dell’orario di lavoro. E sale la tensione tra i dipendenti della coop l’Ancora impiegati nei servizi di pulizia presso l’Amat.

E ieri mattina  durante la protesta indetta dai Cobas del lavoro privato uno degli operai è salito in cima ad una torre che si trova all’interno del deposito dell’Amat in via Cesare Battisti. Ha portato con sè la bandiera del sindacato, intenzionato a non scendere se non in presenza di rassicurazioni. A prospettare il quadro della situazione è Salvatore Stasi, rappresentante dei Cobas: “La nuova gara d’appalto prevederà licenziamenti e/o la riduzione di ore fino al 50%. Un’operazione da macelleria sociale, i cui motivi restano oscuri. Fa specie che il socio unico, ovvero il Comune di Taranto, taccia nonostante la nostra richiesta di incontro sindacale volto a risolvere questa gravissima vicenda”.
“I lavoratori non molleranno” dice Stasi, spiegando come stamattina il lavoratore, 50 anni, abbia deciso di salire sulla torre in segno di protesta. Un’azione clamorosa che vuole essere un modo per rivendicare il posto di lavoro.

Sono 31 i lavoratori dell’Ancora interessati al servizio presso l’azienda per la mobilità urbana di Taranto. La scadenza è prossima. “Il 19 marzo, proprio nel giorno della festa del papà, si apriranno le buste: ci potrebbero essere padri di famiglia che torneranno a casa senza lavoro. La nostra protesta sarà ferma. Nessun lavoratore deve uscire fuori. Parliamo di gente che lavora dalle due ore e mezza alle 5 ore con stipendi tra i trecento e i settecento euro. Ieri mattina nessun amministratore è venuto a sentire le nostre ragioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche