Cronaca

Non si può morire così a 18 anni. L’ultimo saluto a Fabiana

Nella chiesa Santa Maria in Campitelli i funerali della giovanissima che ha perso la vita in un incidente. Proclamato il lutto cittadino


GROTTAGLIE – Il Sindaco di Grottaglie Ciro Alabrese ha proclamato il lutto cittadino per Fabiana Santoro, la studentessa dell’istituto alberghiero che ha perso la vita in un tragico incidente stradale avvenuto domenica notte, nella zona di Fantiano, a Grottaglie.

Il lutto è stato proclamato “in segno di rispetto ed autentica partecipazione al dolore della famiglia”.

Fabiana, bella e sorridente, amante della buona musica e innamorata della vita aveva compiuto 18 anni lo scorso 11 marzo.

La comunità di Grottaglie è sconvolta dall’accaduto, numerosi i messaggi di cordoglio giunti alla famiglia. “Sarai la stella che brillerà più di tutte”, si legge sul profilo Facebook della ragazza.  

Intanto i funerali della vittima, che era molto conosciuta nella città delle ceramiche, sono previsti per oggi pomeriggio, martedì 17 marzo, nella Chiesa di Santa Maria in Campitelli.

L’incidente si era verificato domenica scorsa, poco dopo la mezzanotte. La vittima viaggiava con la sorella e due amici a bordo di una Grande Punto. Il ragazzo che era alla guida ha perso il controllo della vettura, che è finita fuori strada schiantandosi contro un muretto a secco. I due ragazzi sono rimasti feriti lievemente, mentre la sorella della vittima ne avrà per venti giorni.

Sono in corso gli accertamenti della Polizia Stradale per risalire alle cause del sinistro. 

Sembra che uno dei pneumatici della Fiat Punto sia stato trovato dagli uomini dell’infortunistica stradale gravemente danneggiato. La gomma, probabilmente foratasi durante il viaggio, potrebbe aver fatto sbandare la vettura. C’è da sottolineare anche che la statale 71, teatro dell’incidente, presenta numerose irregolarità dovute al terreno argillose alle radici degli alberi che costeggiano la strada. Se la velocità alla quale si viaggia è sostenuta, tali irregolarità possono anche provocare lo sbandamento  del mezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche