26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 22:44:00

Cronaca

C’è il giuramento, San Vito invasa dai parcheggiatori

Irene Lamanna: “Gli abusivi allontanano il turista. Due vigili non bastano per questo tipo di eventi”


“Taranto pronta a candidarsi a capitale della cultura? Con questi presupposti credo proprio che faremo un altro clamoroso buco nell’acqua”. Irene Lamanna, presidente dell’Associazione Taranto Turismo, interviene nuovamente sulla questione territorio e turismo.

Un binomio importante se si vuole puntare a grandi obiettivi. Proprio giovedì il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno relativo alla candidatura di Taranto a Capitale italiana della cultura 2016/2017 attraverso la partecipazione al bando che scade il 31 marzo.

Ad essere questa volta sotto la lente di ingrandimento è la zona di San Vito, meta estiva di tanti turisti ma anche di tanti problemi. “Ci sentiamo ormai abbandonati dalle istituzioni che si disinteressano del nostro territorio puntando su questioni più futili ma forse di maggiore impatto per poter recuperare voti e consensi, come per esempio gli autovelox tanto di moda in questo periodo – va avanti Lamanna. Ci si dimentica invece dell’importanza che riveste l’ordine e il decoro della città in situazioni come per esempio il Giuramento VFp1 in atto ieri in cui i turisti abbondano. Siamo presi letteralmente d’assalto dai parcheggiatori abusivi che in queste situazioni ci sguazzano facendo loro territorio di ‘lavoro’ ogni angolo di San Vito nella totale assenza delle istituzioni”.

“Personalmente – continua la presidente – ho chiesto ad uno di questi di allontanarsi, anche se è stata un’impresa perché per loro ormai tutto è lecito”. La richiesta è rivolta alle istituzioni e alle forze dell’ordine “soprattutto nei giorni di affluenza per eventi di questo tipo, come in tutte le città che organizzano eventi di ogni genere, non bastano solo un paio di vigili – prosegue la presidente ATT. Oggi (ieri, per chi legge, ndr) per esempio ci sono più 1200 persone e solo due vigili, ma ben quattro parcheggiatori abusi. Ma ci rendiamo conto della figura che fa il territorio agli occhi di chi viene in visita nella nostra città? Il parcheggiatore abusivo crea degrado, destabilizza e allontana il turista che vive nel terrore di non trovare l’auto al ritorno o di trovarla sfregiata.

E questi sono i capisaldi sui quali si ha il delirio di presentare la città a capitale della cultura? Vorrei ricordare che per esempio a Matera hanno lavorato già molto tempo prima chiamando uno dei maggiori esperti di marketing del turismo. E’ così che le istituzioni attente e precise che vogliono realmente bene al territorio si muovono – prosegue Lamanna. In questa città invece si va al contrario e si pensa che tutto viene da sè”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche