19 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Settembre 2021 alle 22:57:00

Cronaca

Da Fragagnano a Taranto per ricordare la morte di Gesù

La Passione Vivente andrà “in scena” anche nel capoluogo


FRAGAGNANO – Nei giorni che precedono la Pasqua le iniziative di carattere storico-religioso si moltiplicano. Il 29 marzo, in occasione della domenica delle Palme, torna, a Fragagnano, la “Passione Vivente”, giunta ormai alla sua sesta edizione.

Alle18.00 un corteo storico partirà dal sagrato della parrocchia “Santa Maria Immacolata” per snodarsi lungo le vie del piccolo centro della provincia tarantina.
A curare l’evento l’associazione “Terra Nostra”. Lo spettacolo, unico e suggestivo, è un racconto per scene di quelli che furono gli ultimi momenti della vita di Gesù.

Quest’anno è prevista anche la scena della resurrezione del Signore.

La regia è, come sempre, di Romina Massaro che, con l’associazione, si mette all’opera per preparare il corteo, sin dal mese di ottobre; un lavoro attento che parte dalla sceneggiatura e prosegue con la registrazione vocale dei vari protagonisti. Le prove della manifestazione hanno dovuto fare i conti, quest’anno, con i capricci del clima, ma alla fine tutto è andato per il meglio.

La “Passione Vivente di Fragagnano”, con i suoi 140 figuranti, farà tappa a Taranto, in Corso Italia, martedì 31 marzo, alle 18.00. Un appuntamento assolutamente da non perdere.

Anche quest’anno quel piccolo esercito “armato” da immensa passione (circa 140 figuranti), che da 5 anni dà vita ad uno spettacolo unico e suggestivo, un racconto per scene allestite lungo un percorso del piccolo centro del tarantino che raccontano le ultime scene della vita di nostro Signore Gesù Cristo, la sua passione e morte per salvare il genere umano dal peccato originale, quest’anno è prevista anche la scena della Resurrezione di Cristo.

Come sempre la grande ed appassionata regia di Romina Massaro che insieme all’intera Associazione si mettono al lavoro sin da ottobre, un lavoro molto curato e dettagliato che parte dalla sceneggiatura. Poi prosegue con la registrazione vocale dei vari protagonisti, e quindi si arriva alle faticosissime prove che quest’anno hanno avuto luogo sotto uno sferzante clima gelido, che non ha per niente inibito il grande entusiasmo dei circa 140 figuranti, ormai una grande famiglia affiatata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche