24 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Gennaio 2021 alle 14:34:27

Cronaca

Incendi e furti all’Ilva, scatta un presidio

Iniziativa di protesta davanti alla portineria D da parte dei lavoratori del reparto Grf e della rappresentanze sindacali unitarie della Uilm


Ilva: presidio degli operai per la sicurezza delle portinerie.

Mancanza o scarsa illuminazione, buche e immondizia ovunque, continui furti sulle auto nei parcheggi dello stabilimento e persino incendi delle vetture, come è accaduto qualche giorno fa: sono i motivi alla base della iniziativa di protesta che verrà attuata oggi, lunedì 30 marzo, davanti alla portineria D dello stabilimento siderurgico da parte dei lavoratori del reparto Grf (Gruppo rottami ferrosi) e dalle Rappresentanze sindacali unitarie della Uilm.

Con il presidio, che inizierà alle 15, si vuole denunciare “lo stato di abbandono di tutte le portinerie” e di conseguenze la mancanza delle condizioni di sicurezza.

E a proposito di sicurezza nei parcheggi antistanti il colosso siderurgico  nei giorni scorsi un incendio è divampato  nel parcheggio della portineria A (lato Taranto) . Quattro le autovetture distrutte  e quattro quelle danneggiate dalle fiamme. Appena è stato lanciato l’allarme sul posto sono intervenute tre squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale che hanno provveduto a domare il rogo e una pattuglia dei carabinieri che ha avviato le indagini sul caso.

Dopo quell’episodio  le Rsu della Uilm  hanno denunciato  che da tempo si registrano furti di gasolio dalle auto  parcheggiate nell’area della portineria D.

Ma oltre ai furti e ai danneggiamenti delle macchine dei dipendenti hanno segnalato la mancanza di illuminazione e l’abbandono nella zona di rifiuti, vetri e anche siringhe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche