29 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 29 Novembre 2020 alle 08:31:58

Cronaca

Arriva il 730 precompilato. Ma è possibile cambiarlo

Anche da Taranto molte richieste all’Agenzia delle Entrate. “Errori? Ecco come rimediare”


E’ tempo di 730 e anche a Taranto ci si domanda se sarà più semplice, quest’anno, fare la dichiarazione dei redditi. Come è noto, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione, su internet, il modello già compilato, utilizzando le informazioni disponibili nell’anagrafe tributaria. Cosa cambia dunque per il cittadino? La stessa agenzia precisa, sulle pagine del proprio sito, che il modello può essere accettato dal contribuente, lavoratore dipendente o pensionato che sia, così com’è oppure modificato prima dell’invio.

Tuttavia non sarà obbligatorio per nessuno utilizzare il documento precompilato; quanti lo riterranno opportuno potranno presentare il modello 730 o l’Unico, con le vecchie modalità.

Naturalmente ci si potrà sempre rivolgere ai Caf per avere assistenza, sia che si decida di adottare il modello già compilato, sia che si scelga la strada convenzionale. 

Per la predisposizione del 730 precompilato, si legge sul sito, l’Agenzia delle Entrate ha utilizzato i dati relativi al reddito, alle ritenute Irpef, alle trattenute di addizionale regionale e comunale, ai compensi di lavoro autonomo occasionale nonché ai dati dei familiari a carico. Non mancano i dati che si riferiscono agli interessi passivi sui mutui, ai premi assicurativi e ai contributi previdenziali. Compaiono nel documento anche le spese sostenute per interventi di ristrutturazione che erano presenti nel vecchio modello, i versamenti effettuati con il modello F24 e i contributi versati per eventuali lavoratori domestici. Il 730 precompilato è disponibile on line a partire dal 15 aprile; per avere accesso si dovrà utilizzare il pin di Fiscoonline oppure quello dell’Inps, o ancora la Carta Nazionale dei Servizi.

Dopo averla visualizzata, nella stessa pagina del portale, sarà possibile accettare la documentazione e inviarla senza modifiche oppure modificarla, per esempio inserendo le spese mediche, quindi inviarla dopo averla corretta.

Si può accedere alla propria dichiarazione anche tramite il proprio sostituto d’imposta, oppure tramite il Caf o un libero professionista che sia abilitato; basterà, in questo caso, consegnare loro un’apposita delega.

Il termine stabilito per la presentazione del 730 precompilato è il 7 luglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche