Cronaca

Omicidio Nibbio, Leone condannato a 30 anni di reclusione e arrestato

Subito dopo la sentenza della Corte d'Assise l'uomo è stato arrestato


Omicidio Nibbio: il 29enne Francesco Leone condannato a 30 anni di reclusione e arrestato in aula. Il giovane è stato arrestato ieri sera dai carabinieri poco dopo essere stato condannato in primo grado dalla Corte d’Assise per l'omicidio di Nicola Nibbio, di 48 anni, ammazzato in via Mediterraneo, a Tramontone, il 2 agosto del 2012.

L’arresto di Francesco Leone con l’accusa di omicidio fu annullato tre anni fa dalla Corte di Cassazione per l'assenza di gravi indizi di colpevolezza e nel processo risultava a piede libero. La Corte d'Assise insieme alla sentenza di condanna ha emesso una ordinanza di custodia cautelare a carico del 29enne. Nicola Nibbio, secondo gli inquirenti, fu ucciso per errore.

L'uomo fu infatti colpito da un proiettile esploso da Francesco Leone, in quanto si era frapposto tra quest'ultimo ed il vero bersaglio: Aldo Catapano. Il movente sarebbe da ricercare nei contrasti per la gestione degli affari illeciti tra le famiglie Leone e Catapano. Il sostituto procuratore Ida Perrone aveva chiesto la condanna a 26 anni di reclusione. Francesco Leone è stato ritenuto responsabile di omicidio pluriaggravato, detenzione e porto abusivo di armi da fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche