05 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 05 Dicembre 2021 alle 11:58:00

Cronaca

Spericolato inseguimento tra le auto ai Tamburi

Un sorvegliato speciale fugge in moto tentando di dileguarsi. Ma i carabinieri lo bloccano


Sorvegliato speciale in moto inseguito dai carabinieri, bloccato e arrestato.

Michele Riondino, quarantasei anni, è stato fermato mentre in moto percorreva via Masaccio. Operazione difficoltosa in quanto Riondino, riconosciuto dai militari dell’Arma, ha tentato di farsi strada tra le altre auto in fila lungo la carreggiata.

Vano è stato lo sforzo, in quanto con una manovra repentina i carabinieri lo hanno stretto con la “gazzella” sul lato e sono riusciti a bloccare il centauro. Arrestato anche un altro sorvegliato speciale perchè sorpreso al volante di un’autovettura , senza patente. Si tratta di Cosimo Lanzillotta, tarantino di cinquantatrè anni. E’ stato sorpreso e bloccato in via Duca d’Aosta.

Entrambi, sono stati condotti su disposizione del pm di turno presso la le rispettive abitazioni, dove dovranno rimanere ai “domiciliari”. Devono rispondere di violazione delle prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. Controlli a tappeto nel capoluogo jonico da parte dei carabinieri della Compagnia di Taranto per contrastare la mala locale ma anche per accertare le violazioni in materia di circolazione stradale. Oltre all’arresto dei due sorvegliati speciali, infatti, è scattata la denuncia per guida senza patente per dodici persone. Nel vasto controllo alla circolazione stradale eseguiti soprattutto nelle vie dei quartieri a nord della città come Tamburi e Paolo VI, oltre alla raffica di denunce per guida senza patente, sono scattate ben sedici segnalazioni la prefettura per uso di sostanze stupefacenti. Numerose, invece, sono state le multe elevate agli automobilisti indisciplinati, per mancanza di copertura assicurativa e omessa revisione di veicoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche