Cronaca

Furto nella notte in due bar. Bottino di oltre mille euro

Hanno svaligiato gli apparecchi videopoker e le macchine distributrici di monete


Furti in due bar di Ginosa e Laterza.

La prima incursione intorno alle 3.30 dell'altra notte. I ladri dopo essersi introdotti in un bar situato in via Matteotti, a Ginosa, hanno portato via da tre apparecchi videopoker monete per 1.200 euro.

Alle 4 della stessa notte, a Laterza, i malviventi dopo essere penetrati in un bar ubicato in piazza Vittorio Emanuele si sono impossessati del denaro custodito in un sistema di automazione money self. Indagini sono state avviate dai carabinieri delle locali Stazioni e del nucleo radiomobile della Compagnia di Castellaneta. A Monteparano, invece, i carabinieri della Compagnia di Martina Franca hanno notificato un provvedimento di sospensione, per 15 giorni, della licenza di somministrazione di alimenti e bevande al titolare di un circolo ricreativo.

Il provvedimento, che di fatto dispone la chiusura dell’esercizio, rientra nella fattispecie di cui all’art. 100 del T.U.L.P.S., norma che consente al Questore di sospendere la licenza di un esercizio quando esso sia “abituale ritrovo di persone pregiudicate o che comunque costituisca un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini.” I militari della Stazione di San Giorgio Jonico, nell’ottica del monitoraggio delle attività ricreative e commerciali, hanno svolto negli ultimi due mesi una attenta attività di controllo di diversi bar ed esercizi pubblici tra cui il circolo di Monteparano. In più circostanze hanno accertato come esso fosse ritrovo costante ed abituale di persone gravate da precedenti penali e di polizia. Sulla scorta di ciò hanno redatto apposita richiesta di sospensione della licenza indirizzata alla Questura di Taranto. Infine, 2 persone arrestate, 9 denunciate a piede libero e 3 segnalate alla Prefettura per uso di droga nel bilancio dei controlli eseguiti dai carabinieri della Compagnia di Manduria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche