22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 16:48:29

Cronaca

Medici dalla parte dei bambini

“Le cure a sostegno dello sviluppo”: se ne parlerà al Ss. Annunziata


Venerdì 8 maggio 2015 presso l’aula Socrate di via Minniti a Taranto inizierà la giornata di studio su “Le cure individualizzate a sostegno dello Sviluppo”. Il momento di formazione , organizzato dalla Neonatologia di Taranto in partenariato con l’Associazione “Delfinie neonati A. De Cataldo onlus” e sostenuto dalla Società Italiana di Neonatologia e dalla Asl di Taranto sarà aperto dai saluti del dr. Oronzo Forleo, responsabile della struttura complessa di Neonatologia e Tin di Taranto e dalla presidente dell’associazione, Dora Tagliente.

“La formazione degli operatori – afferma il dott. Forleo – rappresenta una naturale derivazione dell’impegno professionale finalizzato al miglioramento continuo dell’assistenza medica e infermieristica. Attraverso questa è possibile contribuire a far diventare la Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale di Taranto quella che deve essere: un luogo in cui i neonati possano ricevere le migliori cure possibili in un contesto ambientale favorevole al loro sviluppo. D’altra parte, la necessità di conseguire crediti di Educazione Continua in Medicina rende oggi la formazione un’attività obbligatoria per tutte le strutture sanitarie”.

Perché l’evento fosse realizzato al meglio l’organizzazione si è rivolta al Gruppo di Studio della Care della Società Italiana di Neonatologia che su questo tema sta mobilitando impegno e risorse, sia nel campo della ricerca che della formazione: “la “care” del neonato –prosegue Forleo – non rientra solo e semplicemente nel processo di umanizzazione della cure, aspetto assolutamente preminente di una buona pratica assistenziale, ma anche e soprattutto perché la “care” in Tin rappresenta “l’intervento tempestivo svolto in un ottica preventiva e curativa finalizzato a favorire la massima realizzazione del potenziale sviluppo di ogni neonato”. E’evidente che le implicazioni di tipo etico sono importanti e rilevanti e ci chiamano a rispondere, con scienza e coscienza, del nostro operato”. 

Gli obiettivi formativi della giornata di studio sono :Acquisire le conoscenze necessarie relative alle basi biologiche e psicologiche e le loro implicazioni per lo sviluppo del neonato. Acquisire le conoscenze relative alla teoria sinattiva finalizzate allo sviluppo neurocomportamentale; Analizzare il proprio contesto di realtà per trovare la migliore soluzione possibile all’interno del proprio contesto lavorativo a prescindere da quella che può essere la migliore soluzione in assoluto; “Ridurre tutte le sorgenti di stress e quindi i comportamenti compensatori negativi che ne scaturiscono e promuovere le competenze di autoregolazione per garantire una normale organizzazione della motricità, degli stati comportamentali e delle capacità relazionali. Tali aspetti delle cure neonatali assumono la stessa valenza assistenziale delle più avanzate metodiche della terapia intensiva neonatale e vanno fatti propri dal personale sia medico sia infermieristico, attraverso continui programmi di sensibilizzazione sul campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche