06 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Agosto 2021 alle 00:03:00

Cronaca

I funerali di Mario Mazzarino, “Resterai nel cuore dei tarantini”

Una grande folla alla Chiesa del Carmine per l’ultimo saluto all’ex sottosegretario e dirigente della Dc


Una grande folla di parenti, amici e cittadini ha reso omaggio ieri mattina, nella Chiesa del Carmine, nel cuore di Taranto, a Mario Mazzarino, per decenni uomo di punta della Democrazia Cristiana in terra jonica e a livello nazionale, avendo ricoperto importanti incarichi sia nel governo (Sottosegretario all’Industria e al Tesoro) che nel partito.

Attorno alla vedova di Mario Mazzarino (avrebbe compiuto 90 anni a settembre), la signora Anna Alfarano, e ai figli Giuseppe (nostro collega e prezioso collaboratore), Rosanna, Luigi, Guglielmo e Giovanni, si sono stretti gli amici di sempre e quanti hanno voluto testimoniare la loro stima e il loro affetto per quello che è stato, per lunghi anni, un punto di riferimento per Taranto.

Ha voluto recarsi personalmente al Carmine, pur in condizioni di salute precarie (è alle prese con un’allergia), il sindaco di Taranto, Ezio Stefàno, che già ieri aveva espresso il suo cordoglio alla famiglia Mazzarino attraverso un messaggio.

“La notizia della scomparsa dell’amico Mario Mazzarino colpisce profondamente la nostra comunità. Egli è stato per anni uomo di governo e di partito , fedele servitore dello Stato,  con il cuore e lo sguardo sempre rivolti alla difesa della città,  al suo rilancio verso opportunità di sviluppo. Personalità politicamente significativa, un uomo intelligente e colto si ricorderà la Sua pregevole azione portata avanti con fermezza e determinazione alla presidenza dei Cantieri Navali ex Tosi, per promuovere il rilancio ed impedirne la chiusura. A Lui, risale una visione strategica della portualità jonica e un impegno nel processo di valorizzazione dall’Arsenale militare che si connotano di lineamenti attuali e moderni. Di Lui, protagonista della storia della Democrazia Cristiana, rimane un indubbio magistero di umanesimo, di illuminata saggezza e di  politica come missione civile e sociale per il rilancio della città e del Mezzogiorno.  Con vivo sentimento di partecipazione e di cordoglio  che personalmente ed a nome di tutta l’Amministrazione comunale ci stringiamo attorno alla sua famiglia in questo momento di grande dolore”.

Numerosi, davvero tanti, gli esponenti politici di tutti gli schieramenti intervenuti ai funerali. Dall’onorevole Claudio Signorile al senatore Giovanni Battafarano, ai parlamentari di ieri e di oggi, ai dirigenti democristiani, agli amministratori fino, come detto, ai semplici cittadini.

Una vita dedicata alla famiglia e alla politica, quella di Mazzarino. Segretario del movimento gioivanile della dc, divenne ben presto segretario provinciale del partito  per poi sviluppare una carriera politica e amministrativa di grande spessore. Consigliere e capogruppo Dc alla Provincia. Nel 1968 viene eletto deputato: quattro legislature, fino all’83, intervallate da importanti incarichi: sottosegretario all’Industria, prima, e poi al Tesoro.

Funzionario dell’Ente Riforma (settore agrario), è stato consigliere e presidente dell’Agenzia per il Mezzogiorno. Lo sviluppo, anzi la nascita del porto, con il molo polisettoriale, si deve anche a lui. Taranto ha beneficiato tantissimo, grazie alla passione e all’impegno di Mario Mazzarino, che teneva molto allo sviluppo del territorio.

Si susseguono intanto i messaggi di cordoglio. “Partecipo commossa al dolore della famiglia Mazzarino per la perdita di Mario, raro esempio di politico che, ricoprendo importanti e prestigiosi incarichi governativi, ha saputo difendere gli interessi e lo sviluppo del territorio”. E’ quanto scrive Francesca Franzoso, vice coordinatrice regionale di Forza Italia.

L’azione politica di Mario Mazzarino è stata soprattutto caratterizzata da una vision strategica dello sviluppo del nostro territorio: alle sue intuizioni, condivise con una classe dirigente che all’epoca ha saputo esprimere politici brillanti e competenti, si deve l’assetto economico jonico del territorio che, per lustri e lustri, ha garantito la piena occupazione e il benessere alla popolazione. Oggi più che mai Taranto e la sua provincia soffrono l’assenza di politici che, proprio come Mario Mazzarino, nei momenti cruciali per l’economia del territorio, hanno saputo disegnare un nuovo modello di sviluppo per il nostro territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche