20 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 20 Ottobre 2020 alle 06:40:48

Cronaca

Latitante tarantino finisce nella rete dei carabinieri a Milano

Un trentacinquenne destinatario di un provvedimento restrittivo emesso dai giudici del tribunale jonico


Un latitante tarantino preso dai carabinieri, a Milano.

Si tratta di un 35enne già noto alle forze dell’ordine che è stato bloccato in via Sant’Airaldo.  A notare l’uomo è stata una pattuglia impegnata nei quotidiani servizi di controllo del territorio.  Era bordo di un motorino che è risultato rubato. L’uomo era in possesso di droga e destinatario di un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Taranto. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Taranto, invece,  hanno arrestato un 33enne  ritenuto responsabile di minacce, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.

Alla centrale operativa dell’Arma è giunta una richiesta d’intervento da parte del titolare di un bar del centro. L’uomo ha riferito che all’interno del locale vi era un avventore, il quale, in evidente stato di ebbrezza, al rifiuto di servirgli altre bevande alcoliche è andato su tutte le furie e con calci e pugni stava danneggiando il bar.

Sono intervenuti sul posto un equipaggio dell’aliquota radiomobile e una pattuglia della Stazione di Taranto Salinella. Hanno immediatamente bloccato il 33enne il quale era ancora intento a minacciare il titolare del bar e gli altri clienti. Aveva anche aggredito alcuni suoi familiari intervenuti per cercare di riportarlo alla calma.

Durante le operazioni l’uomo ha minacciato anche i carabinieri e il personale del 118, che era intervenuto per sottoporlo alle cure mediche. Il giovane è stato immobilizzato e, su disposizione del pm di turno, sottoposto agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche