31 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 31 Luglio 2021 alle 12:58:00

Cronaca

Armi e droga, blitz dei carabinieri a Paolo VI

Un 28enne ai domiciliari: nella sua abitazione trovati hashish e cocaina


In casa con armi e droga: arrestato un incensurato.

Continuano i i controlli dei Carabinieri del capoluogo jonico, nell’ambito del contrasto all’illecita detenzione di armi e stupefacenti in città. Ieri sera, nella rete dei militari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto, è incappato un 28enne incensurato tarantino, disoccupato, Luciano Lavorgnia.

L’uomo, nel corso di una pressante attività informativa posta in essere dai militari, veniva indicato come persona con la potenziale disponibilità di armi oltre ad essere il referente di numerosi tossicodipendenti che si rivolgevano a lui per l’acquisto di stupefacente non meglio precisato. Per tali motivi, i militari in borghese, nel primo pomeriggio di ieri, iniziavano un servizio di osservazione, controllo e pedinamento nei pressi dell’abitazione di residenza a Paolo VI e dopo aver atteso che questi rincasasse, decidevano di intervenire.

L’uomo sin dal primo momento lasciava trapelare un certo nervosismo ed una insofferenza al controllo. Iniziava quindi una minuziosa perquisizione, dapprima personale e successivamente domiciliare. I risultati non tardavano a giungere, in quanto nascosti all’interno di una stampante per pc, i militari hanno trovato una pistola revolver calibro 22, priva di marca e matricola nonché due panetti di hashish del peso complessivo di 179 grammi.

Nel corso delle operazioni veniva inoltre rinvenuto, ben occultato all’interno di un mobile del soggiorno, una busta in cellophan contenente cocaina per un peso complessivo di 208 grammi circa. L’uomo, ormai in evidente imbarazzo, a specifica richiesta dei militari consegnava una borsa nel cui interno c’era una fedele riproduzione di pistola semiautomatica mod.45 “Government” calibro 22, modificata ed idonea ad azione di fuoco, completa di caricatore privo di colpi e 151 involucri in cellophan contenenti complessivamente 900 grammi circa di marijuana oltre ad un bilancino di precisione.

Accompagnato negli uffici della Caserma “Ugo de Carolis”, ed espletate le formalità di rito, il 28enne veniva arrestato per detenzione illegale di armi clandestine e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione del pm di turno, Isceri, riaccompagnato presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari. Lo stupefacente sequestrato è stato consegnato ai militari del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto per le analisi quali-quantitative. Le armi invece verranno inviate al Ris di Roma per gli accertamenti balistici volti a stabilire se siano mai state utilizzate in fatti criminosi occorsi anche in provincia di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche