29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 08:59:00

Cronaca

Incidenti col trucco, 8 indagati

Avviso di conclusione delle indagini per l’inchiesta della Polstrada che a fine febbraio ha fatto arrestare otto persone, tra cui avvocati e un tecnico radiologo


Otto indagati nell’inchiesta “Tris” su una maxi truffa alle assicurazioni che, a fine febbraio, ha fatto arrestare anche avvocati e un tecnico radiologo.

Gli avvisi di conclusione delle indagini, firmati dal sostituto procuratore, dott.ssa Daniela Putignano, sono stati notificati al presunto capo della organizzazione, Saverio Palumbo, tarantino di 48 anni, l’unico che è finito in carcere, (difeso dall’avvocato Antonio Mancaniello) a Cosimo Ruggieri, 42 anni, portantino al pronto soccorso dell’ospedale , a Giuseppe Ax, 61 anni, dirigente tecnico radiologo del nosocomio di via Bruno, a Vito Antonio Liddi, 61enne, autista di ambulanze, agli avvocati Andrea Tagliente, 42 anni, e Gianfranco Trani, 37 anni di Grottaglie, che avrebbero istruito le pratiche legali relative agli incidenti al centro delle indagini, ai tarantini Girolamo Nodello, 45 anni e Vincenzo Aiello, 45 anni, ex dipendente di una farmacia, assisti dagli avvocati Fausto Soggia, Antonio Raffo, Massimo Saracino e Ciro Buccoliero.

Le indagini, avviate dalla Polizia stradale su una truffa da due milioni di euro hanno acceso i riflettori su raggiri che avrebbero visto vittime ben diciotto compagnie assicurative, costrette a risarcire pratiche per 25 incidenti ritenuti fasulli. Secondo quanto accertato dagli investigatori della Polstrada i legali avrebbero coordinato per l’organizzazione le pratiche risarcitorie dei falsi incidenti e istruito le persone coinvolte durante l’iter risarcitorio e in relazione alle risposte da dare agli inquirenti nella fase  dell’attività investigativa.
Ieri sono stati  notificati gli avvisi agli otto indagati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche