Cronaca

Furto di rame sui binari, circolazione dei treni in tilt

Ladri in azione tra Bellavista, Palagiano e Mottola. Portati via 55 metri di cavi. Disagi ai passeggeri di otto convogli. Indaga la Polfer


TARANTO – Un ennesimo furto di cavi di rame, lungo i binari, ha provocato disagi alla circolazione dei treni sulla linea Taranto-Bari. Ladri in azione, ieri, tra Palagiano Mottola e Bellavista. 

Intorno alle 18.30, i ladri hanno rubato 55 metri di cavi di rame dai binari. Le squadre di emergenza di Rete Ferroviaria Italiana si sono messe subito  al lavoro per sostituire i cavi e ripristinare il corretto funzionamento degli impianti.

I disagi più pesanti per i viaggiatori degli otto treni coinvolti che hanno subito ritardi compresi tra i 15  e i 40 minuti.

Cancellati e sostituiti con bus tra Palagianello e Taranto due treni regionali. “Il furto di rame non comporta, nel modo più assoluto, problemi di sicurezza alla circolazione dei treni, ma solo rallentamenti e ritardi- specifica Rete ferroviaria italiana-  la sottrazione del materiale, infatti, provoca l’attivazione istantanea dei sistemi di sicurezza che governano le tecnologie in uso nella gestione del traffico ferroviario, con arresto immediato dei treni”. Ora per  identificare gli autori del furto stanno indagando gli agenti della Polfer. Nelle settimane scorse i ladri avevano colpito sulla Taranto- Brindisi provocando il ritardo di sei treni. Circa 90 metri di cavi in rame erano stati rubati  dai binari tra la stazione Nasisi-Taranto e Monteiasi con danni per  circa duemila euro. I disagi più pesanti per i pendolari dei sei treni arrivati a destinazione con ritardi compresi tra i 15 e i 50 minuti.

“Nei primi  mesi del 2015, in Puglia, si sono verificati 41 furti con la sottrazione di oltre 7 tonnellate di cavi di rame. “Danni superiori – aveva spiegato Ferrovie italiane – a 181 mila euro a cui vanno aggiunte le oltre 35 ore di ritardo provocate ai 75 treni coinvolti”.

Nei mesi precedenti un ingente furto di rame, sempre  sulla linea ferroviaria che collega Taranto a Brindisi, aveva causato oltre al danno  notevoli disagi ai viaggiatori per i ritardi accumulati. L'episodio nel tratto di ferrovia compreso tra Taranto e Grottaglie.

I ladri avevano portato via 180 metri di cavi di rame, per un danno di circa 3 mila euro, Coinvolti un Intercity e tre regionali che avevano  registrato ritardi medi di 40 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche