x

21 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 21 Maggio 2022 alle 00:12:00

Cronaca

Nella rete un altro scafista: è un tunisino di 20 anni

E’ stato fermato dai poliziotti della Squadra Mobile dopo lo sbarco di migranti avvenuto ieri a Taranto


Scafista arrestato, dalla polizia, dopo l’ultimo sbarco di migranti.  Nel tardo pomeriggio di ieri, nel corso delle operazioni di sbarco gli agenti della Squadra Mobile al termine di rapidissime indagini, hanno individuato e fermato un cittadino di nazionalità tunisina di vent’anni,  ritenuto essere lo scafista di un barcone con a bordo 310 profughi, salpato dalle coste libiche lo scorso 5 giugno. I migranti erano stati tratti in salvo il giorno successivo, nel canale di Sicilia da una nave della Marina militare danese che nel frangente aveva recuperato anche un altro gommone con 89 persone a bordo.

Il cittadino tunisino era stato notato subito dagli agenti, perchè tra i migranti sbarcati, tutti di origine centrafricana era l’unico ad avere diversi tratti somatici.
Nel corso delle indagini, ascoltando diverse testimonianze i poliziotti hanno stretto il cerchio attorno al ventenne magrebino, che era stato notato, durante la traversata, essere al timone del barcone.

Dopo aver accertato le responsabilità del giovane tunisino gli agenti, su disposizione dell’autorità giudiziaria,  lo hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria. Ieri mattina erano sbarcati  a Taranto 400 migranti, 280 uomini, 78 donne e 41 minorenni, giunti al molo San Cataldo a bordo della nave militare irlandese “Le Eithne”. La nave della guardia costiera irlandese, insieme ad altre navi e fregate di diversi paesi europei sta pattugliando le acque del Mar Mediterraneo,  nell’ambito delle attività dell’operazione “Triton”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche