01 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 01 Dicembre 2020 alle 19:30:01

Cronaca

Aeronautica e Paisiello insieme, musica con le “stellette”

Al 65esimo Deposito Territoriale la chiusura di “Ali, ponti e pontili”


Con uno splendido concerto si è conclusa la rassegna di arte, cultura e idee “Ali, Ponti e Pontili”, che si è svolta presso il 65esimo Deposito Aeronautica Militare.

A dirigere la serata il T.Col. Pier Giorgio Farina, Comandante il 65esimo Deposito Territoriale, che ha accompagnato i numerosi ospiti durante tutta la serata con delle brevi, ma avvincenti, descrizioni degli eventi che hanno contraddistinto tutta la rassegna a partire dall’inaugurazione del 1 giugno fino alle successive conferenze tenute da ospiti quali Mons. Filippo Santoro, Arcivescovo di Taranto, il Magnifico Rettore Prof. Antonio Felice Uricchio e il Prof. Mastronuzzi dell’ Università di Bari, il Col. Pil. Paolo Tarantino, Comandante il 61esimo Stormo di Galatina già ex Com.te della Pattuglia Acrobatica Nazionale, il dott. Imperatrice, la Prof.ssa Enza Tommaselli e il dott. Vito Crisante, Direttore del Parco Naturalistico “La Vela”.

Protagonista assoluta della serata è stata la Paisiello Wind Orchestra diretta magistralmente dal Maestro Rocco Cetera, al suo debutto,  composta da studenti dell’ I.S.S.M. “G. Paisiello” e con la direzione artistica del maestro Gabriele Maggi, ennesima riprova della vitalità e delle potenzialità dell’ Istituto Paisiello, fiore all’occhiello della nostra città.
L’orchestra, composta di fiati e percussioni ha aperto il concerto con l’Inno di Malmeli, cantato con passione e trasporto dall’intera platea, per poi esibirsi in nove brani, spaziando da Fantasy, tratto dalla Tourandot di Puccini, per concludere con Y.M.C.A. di H. Belolo.

Particolarmente emozionante è stata la lettura della Preghiera dell’Aviatore, recitata dal T.Col. Farina sulle note di Danny Boy di W. Barker.

All’ interno della rassegna culturale infatti, si è inteso dare sostegno e visibilità alla storica Istituzione cittadina dell’’I.S.S.M. G. Paisiello,  che vive un momento critico, come ben rappresentato dall’ intervento del suo Presidente prof. Domenico Rana che ha ribadito come sia diritto costituzionale e fondamentale per un territorio la presenza degli Istituti di Formazione Superiore Universitaria, con riferimento specifico al rischio di chiusura che corre il “Paisiello” .

“Sostenere l’ arte, la cultura e in particolare la musica”, – ha ribadito il Comandante Farina – “sostenendo  l’ eccellenza del nostro territorio  rappresentato dal “Paisiello”, significa  coltivare talenti e mantenere un  riferimento per tutta la provincia ionica, per centinaia di allievi che, con sacrificio, impegno e perseveranza, doti che accomunano anche tutti gli uomini dell’Arma Azzurra, ogni giorno coltivano il sogno di un futuro possibile nella loro terra.”

“Un futuro è possibile solo  se si fa squadra” – ha aggiunto Farina – “se si fa sinergia con tutte le forze del territorio a partire dalle Istituzioni. Con questa rassegna infatti, noi tutti del 65esimo Deposito Territoriale dell’Aeronautica Militare,  abbiamo voluto, nel nostro piccolo, salutare e sollecitare una rinascita che è già nell’aria”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche