Cronaca

Pulizie Cementir: scatta lo sciopero

La Fisascat Cisl sul piede di guerra dopo gli ultimi licenziamenti collettivi della ditta. Arcadio: “Scelte inaccettabili, territorio al collasso”


La Fisascat Cisl Taranto-Brindisi, a seguito della nota di licenziamento collettivo per riduzione del personale, pervenuta ai lavoratori dall’azienda La Pulisan srl titolare dell’appalto di pulizie civili ed industriali presso lo stabilimento Cementir di Taranto, ha proclamato lo sciopero di tutto il personale interessato da domani al 26 giugno.

Sempre domani, dalle 6 del mattino, è prevista una manifestazione di protesta di lavoratori e rappresentanti sindacali davanti allo stabilimento. La Fisascat aveva gia’ denunciato la situazione con una nota indirizzata a Prefettura, Questura e all’Assessorato regionale al Lavoro, chiedendo un intervento per scongiurare il licenziamento di 9 unita’ full-time su 18 operanti all’interno dello stesso stabilimento.

“Riteniamo che le scelte imprenditoriali nel ridurre drasticamente l’appalto fatte dall’azienda Cementir – sottolinea il segretario territoriale della Fiasascat Antonio Arcadio – non possono essere accettate da questa organizzazione sindacale soprattutto in questo momento particolare di grave crisi occupazionale che sta attraversando il nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche