x

23 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 22 Maggio 2022 alle 22:57:00

Cronaca

Furto a conduzione familiare: moglie, marito e due figli in manette

Rubavano bancali in legno in un’azienda situata in provincia di Reggio Emilia


REGGIO EMILIA – I figli facevano le vedette avvisando i genitori con messaggini su whatsapp su quando fare razzia di bancali.

Sono stati arrestati la scorsa notte un quarantacinquenne  di Agrigento residente a Reggio Emilia, la compagna convivente di quarantasette  anni, originaria della provincia di Taranto e i due figli di venti e ventiquattro  anni, con l’accusa di concorso in furto aggravato. “È passata la vigilanza qua dentro”; “allora cosa facciamo?”; “venite è andato via”.
Questi sono alcuni dei messaggi che la scorsa notte correvano via whatsapp: da una parte i figli “vedetta” e dall’altra la coppia che rubava i bancali in legno da un’azienda nella zona industriale di Cavriago, in provincia di Reggio Emilia.

A scoprirlo sono stati i carabinieri della Stazione di Sant’Ilario d’Enza.

Poco prima dell’una, infatti, era giunta al 112 la segnalazione di un furgone con cassone che entrava e usciva dalla zona industriale continuamente. I militari dell’Arma allora hanno deciso di mandare una pattuglia che ha verificato che il furgone entrava con il cassone vuoto per poi riuscire dopo 15 minuti con il cassone pieno di bancali di legno. Questa operazione si è ripetuta per 4 o 5 volte e ogni volta, uscendo dalla zona industriale, il conducente spegneva i fari. I carabinieri insospettiti hanno ricostruito il percorso predisponendo un servizio di appostamento.

Intercettato e fermato il furgone hanno scoperto che l’autocarro trasportava una cinquantina di bancali di legno appena rubati a un’azienda in cui si erano introdotti rompendo la rete della recinzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche