Cronaca

“Quel palo è un vero pericolo. Aspettiamo che qualcuno si faccia davvero male?”

E Taranto Respira va contro la sporcizia che caratterizza tutta la città


“In viale Jonio un palo stradale spezzato nella pista ciclabile è mantenuto con la corda: che cosa stiamo aspettando, che si faccia male qualcuno o peggio?”. E’ la domanda che pone il nostro lettore che ci ha inviato le immagini che pubblichiamo in pagina.

Vittoria Orlando del movimento civico Taranto Respira parla invece della questione sporcizia: “Con l’arrivo dell’estate si spera che la nostra amministrazione comunale si svegli dal letargo, nel quale sembra essere sprofondata, e cominci ad occuparsi almeno degli aspetti elementari  del vivere quotidiano.

Ci riferiamo, per esempio, all’irrisolta e a quanto pare irrisolvibile questione dei rifiuti abbandonati. E’ una situazione generalizzata sia nelle periferie (a Lama per esempio in via Fior di Loto ) sia nel centro e nel borgo antico, dove persino durante la “Notte della Cultura” cumuli e cumuli di immondizia giacevano nella centralissima via Duomo. La situazione è tanto più surreale quanto più si intensificano gli interventi dei nostri rappresentanti politici sul recupero del nostro glorioso passato, sulle varie ipotesi di sviluppo alternativo alla grande industria, sulle bellezze del territorio.

A questo punto, come movimento civico Taranto Respira,  ci sembra naturale pensare che i rifiuti per strada facciano parte non solo del Dna dei cittadini incivili ma anche di coloro che sono preposti alla pulizia e al controllo. Pertanto, a  nome dei cittadini, puntuali contribuenti di tasse rifiuti per servizi mai erogati, chiediamo quali siano le ragioni che impediscono la risoluzione di un problema incompatibile con una città civile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche