27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 16:59:00

Cronaca

L’Altoforno 2 non verrà spento, c’è il decreto del Governo. Ancora un salvataggio dell’Ilva

Decisione nella serata di ieri del Consiglio dei Ministri


Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera ad un unico decreto con le misure per scongiurare il blocco dell'altoforno 2 dell'Ilva e per sbloccare le aree dello stabilimento Fincantieri di Monfalcone, sequestrate dal tribunale di Gorizia.

«Passo dopo passo, un mattone alla volta, non solo salvataggi di aziende, ma anche costruzione di futuro. Avanti tutta, è la volta buona», ha commentato su Facebook Matteo Renzi. «Continuiamo a dare priorità al salvataggio dei posti di lavoro in tutta Italia da Monfalcone a Taranto fino all’intero Casertano».

Con quello varato ieri sera, salgono a otto i decreti Salva Ilva negli ultimi tre anni. 

Alla decisione su Taranto si è arrivati, dopo lunga valutazione tecnica che ha anche fatto slittare di parecchie ore la riunione del governo, a una formulazione che prevede che nei casi di aziende di rilevanza strategica nazionale sottoposti a provvedimenti cautelari da parte della magistratura, il provvedimento non impedisca la prosecuzione dell’attività d’impresa purché l’azienda presenti in termini stringenti (probabilmente 30 giorni) un piano per l’adozione di misure aggiuntive in materia ad esempio di sicurezza del lavoro, d’intesa con l’autorità giudiziaria e sotto il controllo degli organi preposti (Inail, Vigili del fuoco, Asl).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche